Laurea Magistrale in Economia e diritto

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 0899
Classe di corso LM-56 - SCIENZE DELL'ECONOMIA
Anni Attivi

1° e 2° anno

Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero programmato
Sede didattica Bologna
Coordinatore del corso Emanuela Carbonara
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di studio si articola in una serie di attività formative che hanno l'obiettivo di formare persone in grado di utilizzare, per l'analisi dei problemi giuridici ed economici, la metodologia propria del Law and Economics, con particolare riguardo ai temi dell'analisi economica del diritto e agli strumenti della teoria economica.
Il Corso di Laurea è impostato su una struttura di base centrata su un gruppo di corsi comuni all'intero percorso e un nucleo di insegnamenti specialistici che lo studente può scegliere tra diverse attività formative collocate in due gruppi distinti: uno consigliato per approfondire le conoscenze in ambito economico, l'altro quelle in ambito giuridico. Inoltre, lo studente potrà scegliere di completare il proprio percorso formativo attraverso la frequenza di seminari, il conseguimento di idoneità linguistiche o lo svolgimento di un tirocinio.
Nell'ambito del piano didattico del Corso è possibile individuare diverse aree di apprendimento che saranno sviluppate nelle pagine successive. In particolare:
a) l'area economica;
b) l'area giuridica;
c) l'area aziendale.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: ECONOMICA
Il laureato magistrale:
- ha conoscenze avanzate nei campi dell'analisi economica nei settori rilevanti per l'attività imprenditoriale e la regolazione dei mercati
- ha conoscenza delle principali teorie dell'impresa e ha una visione d'insieme delle problematiche sottese alla corporate governance a livello internazionale
- ha conoscenza di alcuni metodi di regressione lineari e non lineari utili per l'analisi di dati sezionali e longitudinali relativi al comportamento degli agenti economici
- è in grado di applicare la metodologia e gli strumenti dell'analisi economica del diritto alle norme che regolano i contratti di diritto privato
- ha conoscenza delle funzioni economiche dei diversi istituti della proprietà intellettuale (brevetti, diritti d'autore, marchi) ed è a conoscenza delle principali leve della politica dell'innovazione
- ha conoscenza degli gli strumenti di analisi economico-giuridica della regolamentazione
- è in grado di analizzare le specificità economiche, istituzionali, regolatorie dei servizi di pubblica utilità aventi carattere sia nazionale che locale
- ha conoscenza delle basi comportamentali delle interazioni tra agenti economici e come queste siano influenzate dalle istituzioni che le regolano
- ha sviluppato la conoscenza della strategia d'impresa a livello di business e di corporate
- ha conoscenza nel campo dell’analisi delle interazioni tra sistemi economici e assetti istituzionali e comprensione dell'influenza delle norme sul funzionamento delle imprese, dei mercati e delle pubbliche amministrazioni.

AREA DI APPRENDIMENTO: GIURIDICA
Il laureato magistrale:
- ha conoscenza degli strumenti giuridici della contrattazione che si svolge nel mercato globale
- ha conoscenza degli strumenti giuridici previsti dall'ordinamento comunitario e nazionale a tutela della concorrenza
- ha conoscenza e comprensione della disciplina comunitaria e nazionale in materia di mercato dei capitali
- ha conoscenza dei principi fondamentali del diritto penale e delle problematiche più attuali concernenti la responsabilità penale nel contesto dell'attività di impresa
- ha conoscenza delle normative primarie e secondarie di vigilanza e di regolazione del mercato bancario sia a livello comunitario sia a livello nazionale
- ha conoscenza delle problematiche giuridiche (dall'assistenza alla previdenza sociale) che si riferiscono al Welfare, ciò con riguardo sia all'ordinamento nazionale che a quello comunitario
- ha conoscenza e comprensione della disciplina comunitaria e nazionale in materia di diritto antitrust
- ha conoscenza del diritto contrattuale con particolare riguardo al settore immobiliare
- ha conoscenza del sistema fiscale delle imprese nell’ordinamento tributario
- ha conoscenza dei criteri e dei principi che regolano l'intervento dello Stato nel mercato, anche con riferimento alla dimensione comunitaria di esso
- ha conoscenza delle regole giuridiche di attuazione della costituzione economica e finanziaria, con riguardo ai vari livelli di governo (stato, regioni, enti locali) ed alla luce dei vincoli comunitari
- ha conoscenza dei principi e delle regole che costituiscono la disciplina posta a tutela del consumatore
- ha conoscenza del diritto tributario dell’Unione Europea.

AREA DI APPRENDIMENTO: AZIENDALE
Il laureato magistrale:
- ha conoscenza dei fondamenti dell’economia aziendale, con riferimento alla contabilità aziendale, all'analisi di bilancio, all'analisi dei costi, alla pianificazione e al controllo di gestione;
- ha approfondita conoscenza delle tecniche gestionali.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: ECONOMICA
Il laureato magistrale:
- è capace di applicare le proprie conoscenze, di comprendere e risolvere problemi relativi a tematiche innovative nell'ambito delle discipline economiche
- è in grado di applicare la metodologia e gli strumenti dell'analisi economica alle norme che regolano i contratti di diritto privato
- è capace di tradurre le acquisizioni raggiunte attraverso la propria attività di analisi economica in indicazioni di carattere operativo utili per le imprese, le organizzazioni non profit, le istituzioni e le amministrazioni pubbliche
- è capace di costruire percorsi progettuali coerenti e trasversali ai diversi livelli su cui è chiamato ad operare (locali, nazionali, comunitari e globali).

AREA DI APPRENDIMENTO: GIURIDICA
Il laureato magistrale:
- è capace di applicare le proprie conoscenze, di comprendere e risolvere problemi relativi a tematiche innovative nell'ambito delle discipline giuridiche
- è capace di tradurre le acquisizioni raggiunte attraverso la propria attività in indicazioni di carattere operativo utili per le imprese, le organizzazioni non profit, le istituzioni e le amministrazioni pubbliche
- è capace di costruire percorsi progettuali coerenti e trasversali ai diversi livelli su cui è chiamato ad operare (locali, nazionali, comunitari e globali).

AREA DI APPRENDIMENTO: AZIENDALE
Il laureato magistrale:
- sa analizzare un bilancio;
- sa analizzare la redditività di un’impresa, la sua struttura patrimoniale e le problematiche finanziarie derivandone le specifiche condizioni di equilibrio;
- è capace di determinare e valutare la redditività dei prodotti/servizi, dei singoli clienti/mercati, e delle singole reparti/unità organizzative;
- è capace di scegliere la combinazione produttiva ottimale.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale:
- ha capacità di raccogliere ed interpretare dati di rilevanza economica e di utilizzarli per prendere delle decisioni;
- è in grado di individuare, comprendere ed interpretare la normativa e la giurisprudenza nei principali settori del diritto rilevanti per l'attività economica quali quello dei contratti, delle società, della proprietà intellettuale, della concorrenza e della regolamentazione;
- ha capacità di integrare le conoscenze delle discipline economiche e giuridiche e di formulare valutazioni sulla base di informazioni non complete, riflettendo anche sulle responsabilità giuridiche e sociali derivanti dall'applicazione di tali valutazioni.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato sa comunicare in modo chiaro le proprie conclusioni, nonché le conoscenze e le motivazioni ad esse sottese, a interlocutori specialisti e non specialisti.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

- Il laureato ha capacità di apprendimento tali da consentirgli di continuare a studiare per lo più in modo auto-diretto o autonomo;
- Il laureato ha le competenze avanzate necessarie per intraprendere studi di ulteriore perfezionamento e in particolare in Diritto dell'Economia e in Law and Economics.
Il raggiungimento delle capacità di applicare conoscenze e comprensione sopraelencate avviene tramite la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale sollecitata dalle attività in aula, lo studio di casi di ricerca e di applicazione illustrati dai docenti, lo svolgimento di progetti individuali e di gruppo, lo svolgimento di esercitazioni in aula e in occasione della preparazione della prova finale.

Insegnamenti

Gli insegnamenti sono articolati a seconda del curriculum scelto

Attività tirocinio

Gli studenti del corso possono attivare, se inserito nel piano di studi e nel periodo previsto dal corso, un tirocinio curriculare presso aziende, enti o studi professionali convenzionati con l'Ateneo in Italia o all'estero. Per coloro che svolgono o hanno svolto un'attività lavorativa è possibile fare una richiesta perché venga riconosciuta come tirocinio.

Per tutte le informazioni specifiche, è possibile consultare la pagina “Tirocinio Curriculare” presente nella sezione Studiare e/o contattare l'Ufficio Tirocini:

UfficioTirocini Bologna

USD Area Sociale

Piazza Scaravilli 2 40126 Bologna

ems.bo.serviziotirocini@unibo.it

Telefono

+39 051.2098138*

Orari

LUN, MERC, VEN 09.00-11.00 – Merc. pomeriggio solo su appuntamento (14.00-15.00)
MART, GIOV 14.00-15.30

*Sportello telefonico dal lunedì al venerdì 9.00-11.00

Mobilità internazionale

Sono disponibili scambi internazionali tramite accordi con diverse Università nell'ambito del programma Erasmus e altre convenzioni.

Per informazione e orientamento sulle opportunità offerte dalla Scuola potete rivolgervi all' Ufficio Relazioni Internazionali, Piazza Scaravilli 2, Bologna.

Prova finale

Modalità di svolgimento della prova finale.
La prova finale consiste nella discussione pubblica di una tesi originale redatta dallo studente, su un argomento previamente concordato con un docente del Corso, sotto la guida di un relatore.

Accesso a ulteriori studi

Studi di ulteriore perfezionamento nell’ambito di Corsi di Dottorato o Master di secondo livello offerti presso Università italiane e straniere in materie economico-giuridiche.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Il laureato magistrale in economia e diritto può svolgere i seguenti ruoli professionali e relative funzioni negli ambiti occupazionali indicati: - economista e giurista d'impresa (come dipendente o consulente di area gius- economica) - funzionario delle amministrazioni, delle aziende e società pubbliche - funzionario delle Autorità di regolamentazione e di organizzazioni internazionali

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Al laureato magistrale in economia e diritto, in relazione ai ruoli professionali sopra individuati, competono le seguenti funzioni:
- definizione delle politiche aziendali o istituzionali sulla base delle variabili economiche di contesto;
- definizione degli assetti normativi e regolamentari delle aziende o delle istituzioni;
- svolgimento di mansioni di ricerca avanzata in campo economico e giuridico;
- svolgimento di compiti amministrativi di livello avanzato in campo economico e giuridico;
- definizione delle strategie concernenti le scelte in materia tributaria, contributiva, di assetto societario, di gestione finanziaria;
- definizione dei rapporti con amministrazioni pubbliche e autorità di regolamentazione.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Le principali competenze associate alle funzioni sopra rappresentate sono:
- capacità di analisi economica nei settori rilevanti per l'attività imprenditoriale e la regolazione dei mercati;
- capacità di analisi nel campo della contabilità aziendale, con riferimento, in particolare, all'analisi di bilancio, all'analisi dei costi, alla pianificazione e al controllo di gestione;
- capacità di raccogliere ed interpretare dati di rilevanza economica e di utilizzarli per prendere delle decisioni;
- capacità di comprendere e risolvere problemi relativi a tematiche innovative nell’ambito delle discipline economiche e giuridiche;
- capacità di individuare, comprendere ed interpretare la normativa e la giurisprudenza nei principali settori del diritto rilevanti per l'attività economica quali quello dei contratti, delle società, della proprietà intellettuale, della concorrenza e della regolamentazione;
- capacità di integrare le conoscenze delle discipline economiche e giuridiche e di formulare valutazioni sulla base di informazioni non complete, riflettendo anche sulle responsabilità giuridiche e sociali derivanti dall'applicazione di tali valutazioni.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Gli sbocchi occupazionali del laureato magistrale in economia e diritto sono i seguenti:
- presso imprese, istituzioni economico-finanziarie ed organizzazioni pubbliche, nazionali e internazionali;
- in società di consulenza, di servizi e di ricerca;
- in uffici studi presso organismi territoriali, enti di ricerca nazionali ed internazionali, pubbliche amministrazioni, imprese e organismi sindacali e professionali;
- nelle autorità di regolamentazione nazionali ed europee e negli organismi di rappresentanza delle organizzazioni internazionali.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Vicepresidenza della Scuola di Economia, Management e Statistica, Direttore del Dipartimento di riferimento, Coordinatore del Corso di Studio.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Unicredit Formazione
HR Unicredit
Prometeia, Società di analisi e consulenza
Ordine Dottori commercialisti Bologna
Unindustria, associazione d’imprese Bologna
Gruppo IMA Italia S.r.l.
Camera di Commercio Bologna
KPMG, Network di società di servizi professionali
Lega Coop
ABI, Associazione bancaria italiana
Nomisma, società di ricerca economica e sociale
Assessorato attività produttive Regione ER
SCS Consulting, Azioninnova SpA

Precedente consultazione ottobre 2007:
(Regione Emilia Romagna, Aeroporto Marconi di Bologna S.p.A., Unipol gruppo fin., Comune di Bologna, Camera di Commercio di Bologna, Nordi Conad - S.C.A.R.L., Assonime, Agenzia per le Onlus, Banca di Bologna, Aspes Multiservizi S.p.A., D.P.L. Direzione Provinciale del Lavoro, Palacongressi S.p.A. di Riccione, Comune di Riccione, Viro S.p.A., A.B.I.) avvenuta con l'invio di questionari elaborati ad hoc, al fine di individuare la rilevanza delle figure professionali, le possibili funzioni svolte, le abilità e le competenze generali e specifiche richieste, nonché valutare l'assetto didattico del Corso quanto a denominazione, attività formative con riferimento ai settori scientifico disciplinari, obiettivi formativi, piano didattico e prova finale.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Il giorno 11 novembre 2013 si è tenuto un incontro seminariale presso la Scuola EMS al quale hanno partecipato le organizzazioni riportate nell’elenco precedente.
Nel dibattito molto ricco sviluppatosi con le parti sociali i maggiori sono emersi i seguenti punti di attenzione:
-E’ stata sottolineata da più parti l’importanza dell’internazionalizzazione come elemento trasversale ai Corsi di Studio. Internazionalizzazione anche culturale, oltre che linguistica, e insieme di conoscenze che possono supportare e favorire la comunicazione e la penetrazione in nuovi mercati, ciò anche a sostegno delle piccole e media imprese.
- Fornire strumenti di analisi e valutazione del rischio legato all’incertezza che quotidianamente affronta l’azienda nei molteplici aspetti che caratterizza la sua complessa attività: dal rischio del credito al rischio di cambio, dal rischio paese fino a valutare il rischio scenario.
-E’ emersa anche l’esigenza di dare maggior peso alle attività di formazione che consentono di avvicinare lo studente al mondo del lavoro e alle problematiche di ordine pratico che dovrà affrontare in azienda. Da questo punto di vista i Laboratori e i Tirocini rappresentano le attività che meglio riescono ad intercettare questo tipo di esigenze e vanno incentivate e consolidate nei nostri CdS.

Consultazione ottobre 2007:
Le risposte raccolte mediante i questionari hanno confermato il progetto di Ordinamento del Corso perché coerente con le esigenze del sistema socio-economico e adeguatamente strutturato al proprio interno.


DOCUMENTAZIONE
Verbali e materiale informativo presso la Vicepresidenza di Bologna della Scuola di Economia, Management e Statistica.

Contatti e recapiti utili

Tutor del corso di laurea magistrale: su appuntamento a Matteo Perisutti ems.bo.tutorclamed@unibo.it

Coordinatore del corso di laurea magistrale: prof.ssa Emanuela Carbonara (emanuela.carbonara@unibo.it)