Laurea Magistrale in Economia e commercio

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 0905
Classe di corso LM-77 - SCIENZE ECONOMICO-AZIENDALI
Anni Attivi

I° e II ° anno

Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Corso a libero accesso con verifica dell'adeguatezza della personale preparazione
Sede didattica Forlì
Tipologia di corso Titolo multiplo
Atenei Convenzionati REIMS MANAGEMENT SCHOOL , UNIVERSITÉ NANCY 2
Coordinatore del corso Filippo Cicognani
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso biennale di laurea magistrale ha l'obiettivo di fornire agli studenti le competenze giuridiche, contabili e manageriali necessarie per poter esercitare attività professionale di consulenza in favore di soggetti pubblici e privati, anche con l'opportunità di ottenere l'iscrizione all'albo dei revisori contabili; fornisce, inoltre, una preparazione specialistica per la formazione di figure professionali e di liberi professionisti, operanti in ambiti aziendali o in studi professionali, con significative competenze di tipo contabile e giuridico per poter operare, con un sufficiente grado di flessibilità, in favore dei soggetti interessati per la prestazione di consulenza di tipo contabile, amministrativo e contrattuale, costituendo il percorso fondamentale di preparazione alla professione di dottore commercialista.
Lo sviluppo di questi precisi obiettivi formativi è perseguito attraverso attività formative, articolate sulle principali aree di interesse, che approfondiscono la conoscenza degli aspetti teorici e applicativi delle esigenze giuridico-aziendali delle imprese pubbliche e private, degli aspetti economici dell'esercizio di attività commerciali, non trascurando l'importanza delle materie matematico-statistiche.

Il raggiungimento di tali obiettivi è ottenuto attraverso un percorso didattico che privilegia una solida preparazione di base economico-aziendale-giuridica, necessaria per acquisire i metodi di analisi e le procedure metodologiche per la gestione e lo sviluppo delle imprese, tenendo conto delle informazioni già acquisite nel precedente corso di studio triennale.
Il percorso formativo è articolato nei due anni in modo da assicurare il completamento della preparazione con gli obiettivi prefissati di accesso alle libere professioni tramite il conseguimento delle capacità di analisi e sintesi delle problematiche aziendali e della contabilità d'impresa.
In particolare lo sviluppo del corso di studio avviene con la seguente dinamica:
a) nel I anno, viene privilegiato l'approfondimento delle teorie e delle regole sulla contabilità e sulla programmazione aziendale, nonché sulla normativa propria del diritto commerciale e tributario, con i riflessi in materia di scienza delle finanze;
b) nel II anno si concentra l'approfondimento delle competenze professionali per agire nei contesti di dinamica dell'impresa nei rapporti con le controparti istituzionali e private, sulla base delle migliori conoscenze di tecnica professionale; oppure sull'apprendimento delle teorie e tecniche di intervento per la soluzione delle problematiche aziendali, soprattutto in tema di prevenzione e risanamento delle crisi d'impresa.
Inoltre il piano didattico prevede lo svolgimento di alcune attività formative in lingua inglese al fine di mettere in grado lo studente di conoscere e utilizzare efficacemente, in forma scritta ed orale, la lingua inglese con particolare riferimento ai lessici economico-aziendali.
Gli studenti hanno infine, prima del sostenimento della prova finale, l'opportunità di impegnarsi in tirocini presso istituzioni e aziende in vista della futura attività professionale, tirocinio che può valere, allo stato attuale, e comunque con riferimento alla normativa vigente, anche ai fini del compimento della pratica professionale per il sostenimento dell'esame da dottore commercialista.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: AZIENDALE
Il laureato magistrale conosce in modo approfondito il quadro normativo di riferimento e le migliori tecniche e prassi professionali:
- per una corretta tenuta della contabilità;
- per il raggiungimento dei migliori risultati gestionali, anche attraverso il ricorso a finanziamenti e strategie aziendali.

AREA DI APPRENDIMENTO: GIURIDICA
Il laureato magistrale:
- conosce il diritto dell'impresa e delle società, nonché gli strumenti a disposizione dell'imprenditore per l'esercizio dell'attività economica;
- conosce la normativa fallimentare e le procedure concorsuali per assistere le imprese insolventi e interfacciarsi con il tribunale nell'ambito delle curatele fallimentari, anche in contesti di procedure alternative di gestione dell'insolvenza dell'impresa.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite lezioni frontali integrate da attività di tutorato ed esercitazioni che richiedono necessariamente un personale approfondimento di studi.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso modalità di verifica classica del colloquio orale o dell'elaborato scritto anche tramite test.

AREA DI APPRENDIMENTO: ECONOMICA
Il laureato magistrale:
- conosce le istituzioni economiche, con particolare riferimento ai temi e metodi dell'analisi economica del diritto in materia di proprietà, responsabilità civile e sanzione.

Tali conoscenze sono conseguite tramite lezioni frontali integrate da attività di tutorato ed esercitazioni che richiedono necessariamente un personale approfondimento di studi.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso modalità di verifica classica del colloquio orale o dell'elaborato scritto anche tramite test.

AREA DI APPRENDIMENTO: MATEMATICO-STATISTICA
Il laureato magistrale:
- conosce e sa applicare gli strumenti matematici e statistici propedeutici all'analisi economica ed alla revisione aziendale.

Il raggiungimento delle capacità di applicare le conoscenze e la comprensione sopraelencate avviene tramite l'impostazione didattica, comune a tutti gli insegnamenti, che prevede la formazione teorica accompagnata da esempi, applicazioni, verifiche e lavori individuali o di gruppo che sollecitino la partecipazione attiva, l'attitudine propositiva, la capacità di elaborazione autonoma e di comunicazione dei risultati del lavoro svolto. La parte di approfondimento ed elaborazione delle conoscenze demandata allo studio personale dello studente assume, a questo proposito, una rilevanza notevole. È infatti tramite una congrua rielaborazione personale delle informazioni acquisite durante le ore di lezione e di tirocinio che lo studente misura concretamente quale sia il livello di padronanza delle conoscenze. Accanto allo studio personale, assumono notevole importanza anche le attività di laboratorio eseguite in gruppo e le esercitazioni svolte in aula, previste in particolare dagli insegnamenti opzionali inseriti nei piani di studio, oltre che in occasione della preparazione della prova finale.
Le verifiche del raggiungimento dei risultati di apprendimento avvengono principalmente attraverso esami scritti, orali, relazioni, esercitazioni, attività di problem solving e prevedono lo svolgimento di specifici
compiti, in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica. Nelle attività di tirocinio la verifica avviene tramite la presentazione di una relazione da parte dello studente e del tutor aziendale.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: AZIENDALE
Il laureato magistrale:
- possiede competenze amministrative e contabili di impresa finalizzate anche alla verifica della tenuta della contabilità ed alla predisposizione del bilancio;
- conosce e sa applicare i sistemi di programmazione e di controllo nel contesto delle aziende pubbliche e private.

Il raggiungimento delle capacità di applicare le conoscenze e la comprensione sopraelencate avviene tramite l'impostazione didattica, comune a tutti gli insegnamenti, che prevede la formazione teorica accompagnata da esempi, applicazioni, verifiche e lavori individuali o di gruppo che sollecitino la partecipazione attiva, l'attitudine propositiva, la capacità di elaborazione autonoma e di comunicazione dei risultati del lavoro svolto. La parte di approfondimento ed elaborazione delle conoscenze demandata allo studio personale dello studente assume, a questo proposito, una rilevanza notevole. È infatti tramite una congrua rielaborazione personale delle informazioni acquisite durante le ore di lezione e di tirocinio che lo studente misura concretamente quale sia il livello di padronanza delle conoscenze. Accanto allo studio personale, assumono notevole importanza anche le attività di laboratorio eseguite in gruppo e le esercitazioni svolte in aula, previste in particolare dagli insegnamenti opzionali inseriti nei piani di studio, oltre che in occasione della preparazione della prova finale.
Le verifiche del raggiungimento dei risultati di apprendimento avvengono principalmente attraverso esami scritti, orali, relazioni, esercitazioni, attività di problem solving e prevedono lo svolgimento di specifici compiti, in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica. Nelle attività di tirocinio la verifica avviene tramite la presentazione di una relazione da parte dello studente e del tutor aziendale.

AREA DI APPRENDIMENTO: GIURIDICA
Il laureato magistrale:
- conosce le norme giuridiche, civili e penali, riguardanti il funzionamento e la crisi dell’impresa, il diritto tributario e il diritto processuale ed è in grado di applicarle alle imprese, supportandole affinché la gestione si sviluppi nel rispetto della normativa vigente e attraverso l’impiego degli strumenti giuridici di volta in volta più appropriati ed efficaci.

Il raggiungimento delle capacità di applicare le conoscenze e la comprensione sopraelencate avviene tramite l'impostazione didattica, comune a tutti gli insegnamenti, che prevede la formazione teorica accompagnata da esempi, applicazioni, verifiche e lavori individuali o di gruppo che sollecitino la partecipazione attiva, l'attitudine propositiva, la capacità di elaborazione autonoma e di comunicazione dei risultati del lavoro svolto. La parte di approfondimento ed elaborazione delle conoscenze demandata allo studio personale dello studente assume, a questo proposito, una rilevanza notevole. È infatti tramite una congrua rielaborazione personale delle informazioni acquisite durante le ore di lezione e di tirocinio che lo studente misura concretamente quale sia il livello di padronanza delle conoscenze. Accanto allo studio personale, assumono notevole importanza anche le attività di laboratorio eseguite in gruppo e le esercitazioni svolte in aula, previste in particolare dagli insegnamenti opzionali inseriti nei piani di studio, oltre che in occasione della preparazione della prova finale.
Le verifiche del raggiungimento dei risultati di apprendimento avvengono principalmente attraverso esami scritti, orali, relazioni, esercitazioni, attività di problem solving e prevedono lo svolgimento di specifici
compiti, in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica. Nelle attività di tirocinio la verifica avviene tramite la presentazione di una relazione da parte dello studente e del tutor aziendale.

AREA DI APPRENDIMENTO: ECONOMICA
Il laureato magistrale:
- è in grado di supportare le imprese nella comprensione e nell’implementazione dei principali istituti economici.

Il raggiungimento delle capacità di applicare le conoscenze relative alle istituzioni economiche avviene tramite l'impostazione didattica, comune a tutti gli insegnamenti, che prevede la formazione teorica accompagnata da esempi, applicazioni, verifiche e lavori individuali o di gruppo che sollecitino la partecipazione attiva, l'attitudine propositiva, la capacità di elaborazione autonoma e di comunicazione dei risultati del lavoro svolto. La parte di approfondimento ed elaborazione delle conoscenze demandata allo studio personale dello studente assume, a questo proposito, una rilevanza notevole. È infatti tramite una congrua rielaborazione personale delle informazioni acquisite durante le ore di lezione e di tirocinio che lo studente misura concretamente quale sia il livello di padronanza delle conoscenze. Accanto allo studio personale, assumono notevole importanza anche le attività di laboratorio eseguite in gruppo e le esercitazioni svolte in aula, previste in particolare dagli insegnamenti opzionali inseriti nei piani di studio, oltre che in occasione della preparazione della prova finale.
Le verifiche del raggiungimento dei risultati di apprendimento avvengono principalmente attraverso esami scritti, orali, relazioni, esercitazioni, attività di problem solving e prevedono lo svolgimento di specifici
compiti, in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica. Nelle attività di tirocinio la verifica avviene tramite la presentazione di una relazione da parte dello studente e del tutor aziendale.

AREA DI APPRENDIMENTO: MATEMATICO-STATISTICA
Il laureato magistrale:
- è in grado di applicare gli strumenti matematico-statistici alle imprese, con particolare riguardo ai profili della analisi di bilancio e della revisione aziendale.

Il raggiungimento delle capacità di applicare le conoscenze statistico- matematiche avviene tramite l'impostazione didattica, comune a tutti gli insegnamenti, che prevede la formazione teorica accompagnata da esempi, applicazioni, verifiche e lavori individuali o di gruppo che sollecitino la partecipazione attiva, l'attitudine propositiva, la capacità di elaborazione autonoma e di comunicazione dei risultati del lavoro svolto. La parte di approfondimento ed elaborazione delle conoscenze demandata allo studio personale dello studente assume, a questo proposito, una rilevanza notevole. È infatti tramite una congrua rielaborazione personale delle informazioni acquisite durante le ore di lezione e di tirocinio che lo studente misura concretamente quale sia il livello di padronanza delle conoscenze. Accanto allo studio personale, assumono notevole importanza anche le attività di laboratorio eseguite in gruppo e le esercitazioni svolte in aula; previste in particolare dagli insegnamenti opzionali inseriti nei piani di studio, oltre che in occasione della preparazione della prova finale.
Le verifiche del raggiungimento dei risultati di apprendimento avvengono principalmente attraverso esami scritti, orali, relazioni, esercitazioni, attività di problem solving e prevedono lo svolgimento di specifici
compiti, in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica. Nelle attività di tirocinio la verifica avviene tramite la presentazione di una relazione da parte dello studente e del tutor aziendale.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale:
- è in grado di interpretare il quadro normativo fiscale e della tassazione diretta ed indiretta al fine di offrire alle imprese pubbliche e private un servizio di consulenza teso ad individuare le migliori soluzioni per adempiere agli obblighi richiesti dall'amministrazione finanziaria;
- sa interpretare le dinamiche aziendali sia nelle fasi positive dell'attività che nella prevenzione e gestione della crisi dell'impresa al fine di individuare le soluzioni migliori per determinare le migliori performance imprenditoriali.
L'autonomia di giudizio viene sviluppata in particolare tramite esercitazioni, seminari organizzati, preparazione di elaborati soprattutto nell'ambito economico aziendale e giuridico, inoltre in occasione dell'attività di stage e tirocinio e tramite l'attività assegnata dal docente relatore per la preparazione della prova finale. Gli strumenti didattici privilegiati sono i progetti individuali e di gruppo e lo svolgimento di un significativo lavoro di tesi su un argomento di ricerca.
Le attività di esercitazione, nonché gli elaborati personali, in particolare la dissertazione prevista per la prova finale offrono allo studente le occasioni per sviluppare in modo autonomo le capacità decisionali e di giudizio, nonché di dimostrare capacità critica e di elaborazione di elementi di originalità.
La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene tramite la valutazione del grado di autonomia e capacità di lavorare, anche in gruppo, durante l'attività assegnata in preparazione della prova finale e del tirocinio.
In alcune attività formative e nella preparazione della prova finale, viene dato spazio a forme didattiche di lavoro a progetto e seminariale in cui gli studenti sono chiamati a valutare reciprocamente in modo costruttivo il lavoro svolto. Le forme di verifica consistono nell'elaborazione di saggi, la realizzazione di presentazioni orali e la verifica della capacità di intervenire in modo costruttivo in contesti seminariali.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato magistrale:
- conosce ed utilizza efficacemente, in forma scritta ed orale, la lingua inglese con particolare riferimento ai lessici economico-aziendali;
- sa relazionare sinteticamente e criticamente su un tema afferente alle materie facenti parte del piano degli studi;
- è in grado di esporre in forma scritta e orale, in modo efficace e con un linguaggio adeguato, le proprie conclusioni riguardo a studi ed analisi economiche, al fine di convincere gli interlocutori della bontà delle soluzioni offerte, sia nel campo della ricerca che in quello della consulenza pubblica e privata;
- è in grado di formulare piani di risanamento e strategie aziendali per la soluzione di crisi di impresa o per la promozione di ristrutturazioni aziendali, mantenendo gli opportuni contatti con gli organi dell'impresa stessa e con i partners esterni commerciali e professionali.

Le abilità comunicative scritte ed orali sono particolarmente sviluppate in occasione di seminari, esercitazioni, attività formative che prevedono anche la preparazione di relazioni e documenti scritti, l'esposizione orale dei medesimi e la prova finale.
Le abilità comunicative linguistiche, scritte e orali, sono sviluppate principalmente nello svolgimento di attività formative e relativa verifica in lingua inglese.
La prova finale consiste nella preparazione di una dissertazione scritta, sviluppata dal candidato sotto la supervisione di un docente, e della sua successiva discussione pubblica. La dissertazione dovrà dimostrare capacità critica e contenere elementi di originalità.
Per il raggiungimento delle abilità comunicative sono previste ampie modalità di verifica, inclusi colloqui, preparazione di elaborati scritti, discussione dei progetti, anche mediante l'ausilio di strumenti multimediali e dimostrazioni al computer, seminari su argomenti avanzati.
Nelle attività di esercitazione in aula, gli studenti sono incoraggiati ad intervenire pubblicamente per migliorare la propria capacità di descrivere in modo chiaro e comprensibile eventuali dubbi e/o richieste di chiarimento su argomenti specifici. L'acquisizione delle abilità comunicative sopraelencate è prevista inoltre tramite la redazione della prova finale che offre allo studente un'ulteriore opportunità di approfondimento e di verifica delle capacità di analisi, elaborazione e comunicazione del lavoro svolto; in occasione dello svolgimento del tirocinio-stage e della corrispondente relazione conclusiva.
La prova finale prevede, infatti, la discussione davanti ad una commissione di una dissertazione riguardante argomenti relativi al percorso di studio effettuato.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato magistrale:
- è in grado di utilizzare gli strumenti di analisi e di applicazione dei metodi sviluppati per approfondire e aggiornare in autonomia le proprie conoscenze giuridico aziendali al fine di perfezionare i risultati da conseguire nell'applicazione pratica;
- è in grado di individuare gli strumenti e i percorsi di formazione adeguati per lo sviluppo delle proprie conoscenze culturali e specialistiche e delle proprie competenze professionali, al fine di individuare i migliori sbocchi professionali sia nel campo della consulenza privata che della prestazione di attività all'interno delle imprese con competenze manageriali e direttive;
- possiede le necessarie capacità di apprendimento per intraprendere, con un alto grado di autonomia, studi di livello superiore, anche al fine di accedere al campo della libera professione di dottore commercialista, anche provvedendo autonomamente al necessario aggiornamento, individuando a tal fine le opportunità offerte dal mondo universitario ed imprenditoriale.
Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso, con riguardo in particolare allo studio individuale previsto e alla preparazione di progetti individuali. Inoltre, tali capacità sono anche sviluppate nella preparazione della prova finale.

La prova finale consiste nell'elaborazione di una dissertazione scritta, sviluppata dal candidato sotto la supervisione di un docente, e della sua successiva discussione pubblica. La dissertazione dovrà dimostrare capacità critica e contenere elementi di originalità.
Al raggiungimento di tali obiettivi concorrono tutte le attività autonome (cioè senza la guida del docente) previste nell'arco dei due anni di formazione, e cioè progetti individuali e di gruppo e lo svolgimento della prova finale, mediante una frequente analisi, attraverso il tutoraggio e l'insieme degli strumenti di verifica, dei progressi ottenuti.
La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica che richiedono la presentazione di dati reperiti autonomamente, mediante lo svolgimento di progetti e la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento dell'attività relativa alla prova finale, di confronto seminariale e correzione degli elaborati.

Attività tirocinio

Il piano di studi prevede un'esperienza di tirocinio curriculare di 350 ore annuali (14 cfu) da svolgere presso un'impresa, uno studio commerciale o un ente pubblico in Italia o anche all'estero. L'ente ospitante potrà essere scelto direttamente dallo studente su suggerimento dei docenti oppure individuato dall'ufficio tirocini della Scuola. Il tirocinio rappresenta un'importante possibilità di confronto con il mondo del lavoro. Lo studente interessato alla carriera di dottore commercialista svolge il tirocinio in concomitanza al praticantato. Per gli studenti lavoratori o per coloro che hanno svolto il servizio civile vi è la possibilità di richiedere l'equiparazione dell'attività al tirocinio.

Presidente della Commissione Tirocini:

Prof. Riccardo Silvi, Scuola di Economia, Management e Statistica - sedediForlì, p.le della Vittoria, 15 – 47121 Forlì, tel.0543/374629, riccardo.silvi@unibo.it



Ufficio Tirocini e Placement

Attività extra curriculari

Si organizzano annualmente attività convegnistica e workshop su temi d'interesse nazionale inerenti l'attività di dottore commercialista e di consulente aziendale.

Mobilità internazionale

La Scuola offre ai propri studenti numerose possibilità di svolgere un periodo di formazione all'estero:

- mediante il programma Erasmus + per studio gli studenti possono trascorrere un periodo di studio all'estero, tra i 3 e i 12 mesi, presso le Università convenzionate di tutta Europa;

- il programma Erasmus + per tirocinio offre agli studenti opportunità di tirocinio presso imprese, centri di formazione e di ricerca europei, per un periodo di 3 mesi;

- il programma Overseas promuove la mobilità studentesca in ambito extra europeo e consente di trascorrere un periodo di studio presso università straniere;

- gli accordi di doppio diploma con l'ICN Business School (Nancy - Francia) e la Neoma Business School (Reims - Francia) consentono agli studenti dei corsi di Laurea Magistrale di svolgere il secondo anno del proprio corso di studio presso l'università partner, conseguendo almeno 60 cfu, e acquisendo alla fine del proprio percorso sia la laurea magistrale della Scuola di appartenenza, sia il diploma dell'Università partner;

- la Scuola eroga anche borse di studio per tesi all'estero per studenti meritevoli per lo svolgimento o approfondimento della tesi;

- gli studenti e i laureati hanno inoltre la possibilità di svolgere un periodo di tirocinio curriculare all'estero.

Referente per la mobilità studentesca internazionale

Prof. MauroCarboni: mauro.carboni@unibo.it

Servizio Relazioni Internazionali

Prova finale

La prova finale per il conseguimento della laurea magistrale consiste nella preparazione di una tesi scritta, sviluppata dal candidato sotto la supervisione di un docente relatore, e della sua successiva discussione pubblica. La dissertazione dovrà dimostrare capacità di critica e contenere elementi di originalità.

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Dottore Commercialista (previo praticantato e superamento dell'esame per l'iscrizione all'albo professionale)

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il Dottore Commercialista è un esperto in economia aziendale e diritto d'impresa e, comunque, nelle materie economiche, finanziarie, tributarie, societarie ed amministrative:
- svolge attività di consulenza aziendale per ciò che concerne valutazioni economico-finanziarie, operazioni di concentrazione e ristrutturazione aziendale, prevenzione e gestione delle crisi aziendali e operazioni straordinarie;
- svolge attività di pianificazione e consulenza fiscale;
- svolge attività di sindaco e di controllo legale dei conti e dei documenti contabili, verifica l'attendibilità di bilancio, dei conti, delle scritture contabili;
- svolge attività di curatore fallimentare, commissario giudiziale e commissario liquidatore nelle procedure concorsuali;
- svolge attività di tenuta della contabilità e di redazione dei bilanci di aziende pubbliche e private.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito economico-aziendale e giuridico;
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo;
- adeguate competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo-gestionale e di programmazione, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati).

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- imprese pubbliche e private nei settori economici e finanziari;
- studi e società di consulenza aziendale, amministrativa, fiscale e contabile, associazioni professionali.


PROFILO PROFESSIONALE:
Responsabile amministravo aziendale

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il responsabile amministrativo è il referente della gestione economico-finanziaria dell’azienda. In particolare:
- gestisce la funzione amministrativa, garantendo la rilevazione dei dati aziendali, il reporting alla direzione, la redazione dei bilanci d'esercizio e consolidato;
- è responsabile anche della pianificazione fiscale e dei relativi adempimenti strumentali, nonché della funzione finanza.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste:
- specifiche conoscenze e abilità in ambito economico-aziendale e giuridico;
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo;
- adeguate competenze di tipo comunicativo-relazionale, gestionale e di programmazione, anche con riguardo alla organizzazione del lavoro dei propri collaboratori.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
imprese private e aziende pubbliche.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Vicepresidente della Scuola. Coordinatori dei Corso di Studi. Presidente Commissione Tirocini. Delegato Relazioni internazionali.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
Consultazione 2013
Istituzioni locali e del mondo del lavoro:
A.G.C.I. Federazione Territoriale di Forlì-Cesena-Rimini; A.I.C.CO.N. Associazione Italiana per la promozione della Cultura della Cooperazione e del Nonprofit; A.S.A.FO- CE Associazione delle Scuole Autonome di Forlì-Cesena; Banca di Forlì; Banca d'Italia; Campus di Forlì; C.I.A. Confederazione Italiana Agricoltori Forlì-Cesena; Camera di Commercio Industria Artigianato di Forlì-Cesena; Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna S.p.A; CNA Forlì; Coldiretti di Forlì; Ordine Dottori Commercialisti e degli esperti contabili; Compagnia delle opere; Comune di Forlì; Comune di Cesena; CONFAGRICOLTURA di Forlì – Cesena e Rimini; Confartigianato Forlì; Confartigianato Federimpresa Forlì-Cesena; Confcommercio di Forlì- ASCOM; Confcooperative di Forlì; Confesercenti Forlì; Confindustria della Provincia di Forlì-Cesena; Fondazione Cassa dei Risparmi di Cesena; Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì; Lega delle Cooperative Forlì e Cesena; Ordine degli Avvocati di Forlì; Polo Scientifico didattico di Forlì; Provincia Forlì-Cesena; SER.IN.AR. Forlì-Cesena Cons. r.l.; Confindustria della Provincia di Ravenna Soc.; Unindustria Forlì-Cesena.

Precedenti consultazioni (2007 e 2010)
AICCON; API; Banca di Forlì;Banca d'Italia; CCIAA; CNA; Coldiretti; Collegio dei Ragionieri; Confartigianato;Confcommercio; Confcooperative; Fondazione Carisp di Cesena e Forli;Ordine Commercialisti)


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Nell’incontro del 2/10/2013 sono stati illustrati gli elementi essenziali e le prospettive del corso di laurea magistrale in Economia e commercio, come precedentemente comunicati alle istituzioni locali e del mondo del lavoro sopra elencate. E’ stata presentata la nuova offerta formativa che, a partire dall’esperienza maturata e dal consolidamento ottenuto dai corsi di studio della sede, ha ampliato il contesto internazionale ed ha riqualificato il tirocinio curriculare e rafforzato gli aspetti peculiari distintivi che caratterizzano i corsi di studio fino ad ora offerti.
La consultazione ha confermato la validità del nuovo progetto formativo, in quanto la maggior parte di essi indica che l’obiettivo del corso di studio, le figure professionali che si preparano, le competenze, le conoscenze e le abilità maturate dagli studenti lungo il percorso di formazione universitaria vanno incontro alle esigenze del mercato ed al loro potenziale inserimento nelle aziende del settore.
L’incontro è stata un’occasione per un ulteriore confronto più formale, in aggiunta a quanto avviene nell’attività corrente di organizzazione di tirocini e altre iniziative dei docenti sul territorio. Precedentemente, un incontro dello stesso tipo si era svolto il 17/09/2007: ai partecipanti erano stati inviati gli schemi di progettazione dei corsi e una analisi sul profilo dei Laureati nel 2006. Inoltre erano stati presentati i risultati emersi dai questionari inviati a aziende profit,non-profit e studi professionali che hanno ospitato tirocinanti. Già in quella occasione, la formazione fornita dall’allora Facoltà era stata ritenuta adeguata. In data 12/11/2010 era stato inviato agli stessi attori, per un riscontro sui contenuti, il progetto di una prima fase di razionalizzazione dell'offerta formativa che manteneva invariate le macro caratteristiche dei profili formativi e professionali individuati e introduceva ulteriori elementi di qualificazione.


DOCUMENTAZIONE
Consultazione 2013; Lettera del 1.8.2013; Lettera del 23.9.2013; Bozza schede di progetto (Denominazione del CdS, Sbocchi occupazionali e professionali dei laureati, obiettivi formativi specifici del Corso, risultati di apprendimento); Verbale dell’incontro del 2.10.2013; Lettera del 27.11.2013.

Precedenti consultazioni (2007 e 2010)
Questionari risposti dalle aziende e studi professionali del 21.06.2007; Sintesi dati dei questionari; Relazione riassuntiva risultati questionari; Lettera del 18.07.2007; Profilo dei laureati; Bozza schede di progetto (Denominazione CdS, Obiettivo formativo del Corso, Sbocchi occupazionali e professionali dei laureati, funzioni e risultati di apprendimento attesi, prosecuzione degli studi)
Verbale dell’incontro del 17.09.2007; Lettera del 5.11.2007 con schema definitivo di progettazione del corso su cui si basano i contenuti dell’ordinamento; Lettera del 12.11.2010.

Tutti i sopracitati documenti sono reperibili presso l’ufficio Quality Assurance - Vicepresidenza di Forlì della Scuola di Economia, Management e Statistica.

Ulteriori informazioni


Contatti e recapiti utili

- Per informazioni sull'offerta formativa, sulle modalità di accesso, oraridelle lezioni, calendari esami, sedute di laurea contatta la Segreteria didattica tel. 0543 374673 ems.fo.studenti@unibo.it

- Per informazioni sulle modalità di immatricolazione, tasse, sospensione, interruzione, decadenza, rinuncia, trasferimenti, passaggi, certificati, diploma supplement contatta la Segreteria studenti tel. 0543 374809 segforli@unibo.it

- Per informazioni sul tirocinio contatta l' Ufficio Tirocini e Placement - Campus Forlì, tel.0543 374135 accf.forli.tirociniplacement@unibo.it

- Per informazioni sulle opportunità all'estero contatta il Servizio relazioni internazionali tel. 0543 374671/27 ems.fo.international@unibo.it