Laurea Magistrale in Tourism economics and management

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8609
Classe di corso LM-56 - SCIENZE DELL'ECONOMIA
Anni Attivi

I e II anno

Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Corso a libero accesso con verifica dell'adeguatezza della personale preparazione
Curricula
Sede didattica Rimini
Tipologia Corso interamente internazionale
Coordinatore del corso Lorenzo Zirulia
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Inglese

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il corso di laurea magistrale in Tourism Economics and Management forma figure professionali di elevata qualificazione capaci di svolgere sia ruoli di rilievo in enti e organizzazioni dedicati alla programmazione locale e nazionale del settore turistico, sia ruoli di responsabilità nelle destinazioni turistiche e nelle imprese turistiche, tour operator, agenzie di viaggio, imprese ricettive, imprese per le attrazioni e l'organizzazione degli eventi, in ambito nazionale ed internazionale. Data la natura trasversale del turismo, le competenze dei laureati sono quindi sia di comprensione dei fenomeni economici nell'interazione fra imprese e destinazioni turistiche, sia di gestione aziendale contabile e strategica.
Il corso di laurea prevede quindi, in coerenza con la specifica tradizione di ricerca della Scuola di Economia, Management e Statistica su questi temi, la conoscenza della modellistica economica avanzata sia micro sia macroeconomica finalizzata all'applicazione delle categorie rilevanti per comprendere ed agire sui fatti economici del turismo, in equilibrio didattico con le conoscenze di tipo aziendale quali il controllo di gestione, l'analisi dei costi e del bilancio, le strategie di marketing e di organizzazione del lavoro delle imprese che operano nel turismo. Un particolare riguardo viene rivolto sia al concetto di sistema che governa l'organizzazione economica e di filiera delle destinazioni turistiche, sia all'organizzazione degli eventi per il turismo culturale, con attenzione anche al turismo sostenibile. Il corso prevede inoltre l'acquisizione di conoscenze tecniche e quantitative per la programmazione del territorio e per le previsioni dei flussi turistici, nonché approfondimenti di diritto amministrativo per l'organizzazione dei sistemi turistici locali.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: STATISTICO-MATEMATICA
Il laureato magistrale:
possiede competenze specifiche in campo matematico-statistico che lo mettono in grado di comprendere le problematiche connesse alle analisi di tipo quantitativo e di interpretare i risultati di indagini quantitative, soprattutto in riferimento alle dinamiche dei mercati e delle aziende turistiche.
Lo strumento utilizzato per sviluppare tali conoscenze sono le lezioni frontali, affiancate da attività di laboratorio. Le modalità di verifica delle conoscenze e della capacità di comprensione sono affidate ai colloqui orali e/o all'elaborato scritto. Il rigore proprio delle lezioni di teoria impone un approfondimento personale delle tematiche di studio; tramite elaborati richiesti nell'ambito di alcuni insegnamenti, inoltre, lo studente può ampliare le proprie conoscenze ed affinare le capacità di comprensione. Data la natura di disciplina applicata, lo studio del turismo utilizza ampiamente lo studio di casi.

AREA DI APPRENDIMENTO: ECONOMICA
Il laureato magistrale:
possiede competenze specifiche in ambito economico, conosce i fondamenti dell'analisi micro e macroeconomica e le metodologie per l'analisi della politica economica e li applica allo studio dei mercati turistici e della cultura, delle reti e dei sistemi locali. E' in grado di comprendere le dinamiche dei mercati turistici nonché le sfide ambientali affrontate dalle imprese e dalle destinazioni turistiche.
Lo strumento utilizzato per sviluppare tali conoscenze sono le lezioni frontali, affiancate da attività di laboratorio. Le modalità di verifica delle conoscenze e della capacità di comprensione sono affidate ai colloqui orali e/o all'elaborato scritto. Il rigore proprio delle lezioni di teoria impone un approfondimento personale delle tematiche di studio; tramite elaborati richiesti nell'ambito di alcuni insegnamenti, inoltre, lo studente può ampliare le proprie conoscenze ed affinare le capacità di comprensione.

AREA DI APPRENDIMENTO: AZIENDALE
Il laureato magistrale:
possiede gli strumenti teorici ed applicativi utili alla comprensione delle strategie aziendali nel loro insieme, con specifico riferimento all'analisi della strategia di business e corporate e della strategia di marketing. Inoltre possiede le conoscenze e le tecniche di base per leggere ed analizzare un bilancio dell'esercizio e di ideare e gestire un sistema di controllo della gestione da adattare alle aziende turistiche. In sintesi lo studente è in grado di comprendere la dimensione strategica, organizzativa e contabile delle attività dell'impresa.
Lo strumento utilizzato per sviluppare tali conoscenze sono le lezioni frontali, affiancate da attività di laboratorio. Le modalità di verifica delle conoscenze e della capacità di comprensione sono affidate ai colloqui orali e/o all'elaborato scritto. Il rigore proprio delle lezioni di teoria impone un approfondimento personale delle tematiche di studio; tramite elaborati richiesti nell'ambito di alcuni insegnamenti, inoltre, lo studente può ampliare le proprie conoscenze ed affinare le capacità di comprensione. Data la natura di disciplina applicata, lo studio del turismo utilizza ampiamente lo studio di casi.

AREA DI APPRENDIMENTO: GIURIDICO-ISTITUZIONALE
Il laureato magistrale:
possiede le conoscenze di base per orientarsi nella struttura dell'ordinamento turistico europeo ed internazionale sia dal punto di vista legislativo sia da quello organizzativo.
Lo strumento utilizzato per sviluppare tali conoscenze sono le lezioni frontali. Le modalità di verifica delle conoscenze e della capacità di comprensione sono affidate ai colloqui orali e/o all'elaborato scritto. Il rigore proprio delle lezioni di teoria impone un approfondimento personale delle tematiche di studio; tramite elaborati richiesti nell'ambito di alcuni insegnamenti, inoltre, lo studente può ampliare le proprie conoscenze ed affinare le capacità di comprensione. Data la natura di disciplina applicata, lo studio del turismo utilizza ampiamente lo studio di casi.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: STATISTICO-MATEMATICA
Il laureato magistrale in Tourism Economics and Management:
è in grado di applicare gli strumenti analitici e concettuali delle discipline matematiche e statistiche a specifici problemi, soprattutto di natura economico-aziendale.
Gli strumenti didattici utilizzati a tal fine consistono in un ragguardevole numero di ore di attività di esercitazione e di laboratori sotto la guida del docente e con il sostegno diretto di un tutor didattico. Le verifiche avvengono tramite esami scritti o orali, integrati in molti casi da relazioni, esercitazioni e valutazioni di attività di problem solving in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

AREA DI APPRENDIMENTO: ECONOMICA
Il laureato magistrale:
è in grado di applicare gli strumenti analitici e concettuali delle discipline economiche a specifiche realtà operative del settore turistico nei campi della politica e programmazione del turismo a livello territoriale, analisi dei dati dei flussi turistici e della spesa turistica, ideazione e sviluppo di prodotti turistici.

Gli strumenti didattici utilizzati a tal fine consistono in un ragguardevole numero di ore di attività di laboratorio sotto la guida del docente, e del tutor didattico. Le verifiche avvengono tramite esami scritti o orali, integrati in molti casi da relazioni, esercitazioni e valutazioni di attività di problem solving in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

AREA DI APPRENDIMENTO: AZIENDALE
Il laureato magistrale:
è in grado di applicare gli strumenti analitici e concettuali delle discipline manageriali a specifiche realtà operative del turismo nei campi della gestione amministrativa, analisi dei dati aziendali e di mercato, ideazione, promozione e sviluppo di prodotti turistici innovativi, di business plan, di marketing aziendale e territoriale
Gli strumenti didattici utilizzati a tal fine consistono in un ragguardevole numero di ore di attività di laboratorio sotto la guida del docente e del tutor didattico. Una importante occasione di applicazione delle conoscenze acquisite è il tirocinio curriculare facoltativo in specifiche e selezionate realtà di impresa, organizzazioni ed enti. Le verifiche avvengono tramite esami scritti o orali, integrati in molti casi da relazioni, esercitazioni e valutazioni di attività di problem solving in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

AREA DI APPRENDIMENTO: GIURIDICO-ISTITUZIONALE
Il laureato magistrale:
è in grado di applicare le norme giuridiche generali ed astratte ai casi concreti oggetto dell'analisi giurisprudenziale, soprattutto in riferimento alla legislazione turistica.
Gli strumenti didattici utilizzati a tal fine consistono in un ragguardevole numero di ore di attività di laboratorio sotto la guida del docente e del tutor didattico. Le verifiche avvengono tramite esami scritti o orali, integrati in molti casi da relazioni, esercitazioni e valutazioni di attività di problem solving in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato Magistrale in Tourism Economics and Management:
- è in grado di raccogliere, selezionare ed interpretare in maniera indipendente e critica i dati rilevanti, di natura qualitativa e quantitativa, finalizzati alla valutazione degli andamenti delle aziende turistiche, dei mercati e dei sistemi turistici.
- è in grado, con autonomia, di organizzare sistematicamente tali valutazioni in una riflessione articolata su specifiche realtà aziendali, specifici distretti turistici o specifici mercati.
- è in grado di effettuare previsioni numeriche su grandezze micro e macroeconomiche, nonché di elaborare e valutare scenari alternativi di imprese e settori turistici, indotti da modificazioni concorrenziali dei mercati e degli assetti normativi e istituzionali nel turismo.
Per assicurare un adeguato sviluppo dell'autonomia di giudizio delle studente magistrale del corso in Tourism Economics and Management, gli strumenti didattici privilegiati sono i progetti e le simulazioni di laboratorio, individuali e di gruppo, nonché lo svolgimento di un lavoro di tesi originale e autonomo su un argomento di ricerca concordato con il docente relatore. Le attività seminariali e di laboratorio, gli elaborati personali e le presentazioni orali consentono allo studente di sviluppare le proprie capacità critiche e di esprimere ponderati giudizi, particolarmente riguardo le tematiche proprie delle imprese e delle destinazioni turistiche. Le verifiche avvengono tramite esami scritti o orali, integrati in molti casi da relazioni, esercitazioni e valutazioni di attività di problem solving in cui lo studente dimostra la padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato Magistrale in Tourism Economics and Management:
- è in grado di comunicare, con competenza ed elevata proprietà di linguaggio, informazioni e valutazioni rilevanti sulla realtà aziendale, sui sistemi turistici e i relativi contesti economici della produzione e gestione di sistemi aziendali e di sistemi turistici, sia a personale specializzato sia ai non specialisti;
- è in grado di avvalersi di strumenti informatici e di esprimersi a livello almeno B2 in forma scritta e orale in lingua inglese.
- è in grado di comunicare efficacemente gli esiti di analisi e ricerche a interlocutori specialisti e non.
Le abilità comunicative sono sviluppate sia attraverso la didattica interamente in inglese, sia all'interno di attività formative specifiche (laboratori con utilizzo di software professionale e specialistico, attività seminariali di approfondimento, ecc.) A tali attività si aggiungono quelle di coordinamento, partecipazione e discussione all'interno di gruppi di studio in sintonia con altre abilità nell'ambito di attività formative trasversali quali il tirocinio formativo e la prova finale.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato Magistrale in Tourism Economics and Management possiede avanzate metodologie di studio e abilità di apprendimento che lo mettono in grado sia di proseguire gli studi nell'ambito di un Dottorato (ad esempio in Studi Turistici), sia di proseguire un approfondimento di studio autonomo delle problematiche affrontate nel percorso della Laurea Magistrale in ambito economico e aziendale.
La capacità di apprendimento dello studente magistrale viene sviluppata e verificata attraverso le diverse modalità di erogazione delle attività formative lo studio individuale (monitorato tramite verifiche periodiche), il supporto all'organizzazione del tempo di studio, in particolare per i tempi dedicati ai laboratori, le attività di ricerca bibliografica e di aggiornamento, lo studio di casi rilevanti nella comprensione di una disciplina applicata qual è il turismo, la correzione di elaborati e la eventuale riscrittura. L'organizzazione degli studi prevede adeguato spazio alle attività autonome all'interno del Corso di Laurea Magistrale quali progetti individuali e di gruppo. Completa la preparazione la svolgimento della tesi, svolta sotto la guida dei docenti che assumono la figura di relatore e controrelatore. La prova finale incentiva l'autonomia nella ricerca oltre la collaborazione con i docenti relatori.

Insegnamenti

Consulta gli insegnamenti all'interno del piano didattico Piano didattico: tutti gli insegnamenti del corso

Attività extra curriculari

Students must attend some seminars chosen from a list of seminars and workshops organized by the School of Economics. Some of them can be self-organized by students on topics of their interest. Seminars account for 3 ECTS, provided that the student writes a short report on the content of the attended seminars

Mobilità internazionale

TEaM strongly advises students to spend one semester abroad, studying at one of the many international partners of the University of Bologna, School of Economics. The University is involved in many international programs of student exchange and cooperation, such as Erasmus, Erasmus Mundus, Overseas, Tempus. We believe that international mobility enriches the student's experience and extends the horizon. More details are available on the TEaM website and on the University of Bologna web page for International Relations

Ufficio relazioni internazionali

Prova finale

La prova finale consiste nella preparazione di una tesi scritta, sviluppata dal candidato sotto la supervisione di un docente della Scuola di Economia, Management e Statistica, e della sua successiva discussione pubblica.
La tesi dovrà dimostrare capacità di critica e contenere elementi di originalità.

Accesso a ulteriori studi

Il Corso di Laurea dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di Ricerca e Scuola di Specializzazione) e ai Master universitari di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Project Manager nel settore turistico

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il project manager gestisce e programma le attività di un'azienda assicurando che i progetti di cui è responsabile siano disponibili nel tempo pianificato, vengano sviluppati nel budget stabilito e soddisfino le esigenze iniziali del cliente.
• E' il responsabile unico della valutazione, pianificazione, realizzazione e controllo di un progetto.
• Svolge i seguenti compiti che si possono dividere in due aree:
- la direzione dell'area operativa;
- le professionalità dell'area relazionale.
• In qualità di manager di eventi culturali e congressuali progetta e gestisce eventi.
• Effettua valutazioni di natura quantitativa sugli andamenti delle imprese e dei mercati turistici.
• Effettua previsioni numeriche su grandezze micro e macroeconomiche, nonché elaborazioni e valutazioni su scenari alternativi di imprese e settori turistici, indotti da modificazioni concorrenziali dei mercati e degli assetti normativi e istituzionali nel turismo.
• Come ricercatore presso i centri studi esegue studi economico-quantitativi sull'andamento dei mercati. Si occupa del monitoraggio del mercato e delle previsioni su mercati e prodotti.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito aziendale ed economiche
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo
- competenze trasversali di tipo organizzativo-gestionale e di programmazione
- capacità di collaborare con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati) in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro definite.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Aziende del settore ricettivo (hotel, catene alberghiere e altre società del settore ricettivo)
- Tour operator, Agenzie di viaggi (anche o solamente attive sul Web)
- Organizzazioni turistiche (aziende di promozione territoriale)
- Destination management e Convention Bureau
- In qualità di consulente esterno in aziende private, enti pubblici
- Enti pubblici (assessorati al turismo)
- Centri studio (pubblici e privati) in qualità di ricercatore ed esperto.


PROFILO PROFESSIONALE:
Responsabile amministrativo di impresa turistica

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il responsabile amministrativo di impresa turistica gestisce le attività amministrative delle imprese turistiche.
• Dirige la gestione ed è responsabile della supervisione delle attività amministrative della società, dalla contabilità generale alla predisposizione del bilancio, dall'analisi finanziaria alla gestione degli aspetti fiscali.
• In particolare dirige la corretta imputazione delle registrazioni di contabilità generale, il coordinamento normativo al fine di una corretta emissione di fatture, le relazioni con gli Istituti di credito, l'analisi ad hoc sui risultati finanziari, cura e approva la dichiarazione dei redditi.
• In qualità di responsabile di pianificazione e controllo amministrativo dirige e imposta la contabilità, le fatturazioni, redige il bilancio di fine anno, cura l'area amministrativa dell'azienda.
• Sovrintende all'analisi sui dati economici utili per la pianificazione, di analisi di bilancio, statistiche, reporting.
• In qualità di responsabile budget e controllo imposta ed è responsabile del controllo di gestione ed analisi delle leve per incrementare la redditività delle commesse e dei progetti, del controllo dei costi interni aziendali e del budget per l'attività produttiva.
• Elabora il budget a preventivo e consuntivo. Si occupa della stesura e del controllo del bilancio, verifica l'andamento del rendimento del portafoglio titoli.
• In qualità di addetto agli acquisti dirige e organizza i processi di approvvigionamento, assicura l'assortimento delle merci definendo la quantità e i tempi di consegna dei prodotti. Inoltre, deve conoscere i prodotti oggetto di acquisto e possedere capacità di lettura dell'ambiente in cui opera.
• In ambito di revisione contabile delle imprese turistiche effettua il controllo legale dei conti e dei documenti contabili, fornendo in materia una consulenza tecnica, giudiziaria, civile e penale;
• predispone i documenti di sintesi di situazioni contabili, nonché dei bilanci periodici e di esercizio;
• realizza l'analisi dei conti e dei risultati finanziari;
• effettua la revisione e organizzazione delle procedure e dei sistemi contabili;
• può svolgere consulenza fiscale e consulenza ed assistenza di natura giuridica in materia di società;
• può svolgere consulenza finanziaria per la messa a punto di piani di investimento e di finanziamento;
• mette a punto l'offerta al cliente, ne gestisce l'incarico di revisione e organizza il team di lavoro.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito aziendale ed economiche
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo
- competenze trasversali di tipo organizzativo-gestionale.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Aziende del settore ricettivo (hotel, catene alberghiere e altre società del settore ricettivo)
- Tour operator, Agenzie di viaggi (anche o solamente attive sul Web)
- Destination management e Convention Bureau
- In qualità di consulente esterno in aziende private, enti pubblici.


PROFILO PROFESSIONALE:
Direttore di sistemi di aziende turistiche (hotel manager)

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il direttore d'albergo è responsabile di tutte le attività economiche della struttura, anche all'interno di catene alberghiere nazionali o internazionali.
• Sovrintende a tutta l'attività delle imprese alberghiere organizzate in sistema, occupandosi in primo luogo dell'elaborazione delle strategie aziendali e delle politiche finanziarie, di gestione, di marketing e dei piani di sviluppo, contribuendo a redigere le politiche del gruppo.
• In qualità di responsabile della gestione del personale coordina tutto il personale.
• In qualità di consulente professionale è in grado di svolgere professionalmente (anche come professione indipendente) il ruolo dell'esperto e consulente della direzione per ciò che concerne le scelte della gestione economica, finanziaria e del marketing strategico territoriale.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito aziendale ed economiche
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo
- competenze trasversali di tipo organizzativo-gestionale e di programmazione
- capacità di collaborare con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati) in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro definite.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Hotel e strutture ricettive in generale
- Imprese e catene alberghiere nazionali e internazionali.



PROFILO PROFESSIONALE:
Destination Manager

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Questa figura professionale presiede la pianificazione delle destinazioni turistiche dalla fase di individuazione delle filiere produttive alla definizione delle strategie di destination management.
• In seguito ad azioni di ricerca e studio sugli andamenti del mercato, traccia le linee strategiche del piano di sviluppo del territorio e dei suoi prodotti turistici. Le sue azioni sono orientate alla ricerca strategica del miglior adattamento dell'offerta alla domanda turistica nazionale e internazionale e, parallelamente, alla promozione del territorio e delle sue risorse.
• Contribuisce anche alla definizione delle politiche promozionali e di destination marketing e dispone di autonomia di bilancio.
• Ha la funzione di promuovere sui mercati rilevanti una destinazione turistica in una prospettiva sistemica, tenendo conto delle diverse esigenze del turista (mobilità, ristorazione, entertainment, sicurezza,...), valorizzando le specificità della destinazione e trasformandole in vantaggi competitivi.
• E' inserito in organizzazioni imprenditoriali di secondo livello e nella pianificazione di sistemi turistici locali. Organizza i sistemi in cui opera.
• Affronta le problematiche relative alla sostenibilità.
• In ambito di marketing strategico interpreta i mutamenti del mercato e progetta adeguate strategie.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito aziendale ed economiche.
- capacità di lettura e analisi integrata di un contesto territoriale (asset, criticità, opportunità)
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo
- competenze trasversali di tipo organizzativo-gestionale e di programmazione
- capacità di collaborare con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati) in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro definite.
- competenze in campo di marketing territoriale e comunicazione.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Sistemi di aziende turistiche (catene alberghiere) anche in qualità di consulente
- Enti pubblici ed agenzie di promozione turistica e territoriale (piani strategici)
- Associazioni di categoria
- Aziende turistiche di grandi dimensioni (tour operator e agenzie di viaggio)
- Destination management organizations e convention bureau.


PROFILO PROFESSIONALE:
Event project developer

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
L'event project developer è il responsabile della progettazione e della costruzione dell'evento congressuale interagendo con l'intera filiera produttiva
- Si occupa dello sviluppo di un nuovo evento congressuale, in funzione della concorrenza di mercato e delle prospettive di crescita;
- Mette a sistema la rete di aziende e operatori interessati all'evento;
- Interagisce con l'amministrazione pubblica per la gestione e l'utilizzo di strutture e infrastrutture pubbliche;
- Promuove l'evento sui mercati nazionali e internazionali; Prepara, gestisce ed è responsabile del budget complessivo.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito aziendale ed economiche.
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo
- competenze trasversali di tipo organizzativo-gestionale e di programmazione
- conoscenze nel campo della comunicazione, del marketing convenzionale e non, dell’utilizzo dei principali strumenti e mezzi di comunicazione
- capacità relazionali multidirezionali, dalla media relation alla blogosfera relation
- capacità di collaborare con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati) in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro definite.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Convention Bureau
- Ente fiera
- Organizzazioni turistiche (aziende di promozione territoriale)
- In qualità di consulente esterno in aziende private, enti pubblici.


PROFILO PROFESSIONALE:
Market analyst del settore turistico

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il market analyst è il responsabile delle ricerche di mercato che sottendono alle politiche di sviluppo del azienda o del territorio.
- compie un'investigazione documentata relativa al mercato bersaglio, identificandone le prospettive di crescita, le opportunità e le minacce;
- sviluppa analisi quali-quantitative anche sofisticate elaborando i dati a disposizione;
- organizza indagini sul campo per raccogliere dati e li elabora a seconda degli obiettivi aziendali
- definisce i punti di forza e di debolezza dell'azienda o del territorio in relazione al mercato identificato.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste:
- specifiche conoscenze, capacità e abilità in ambito aziendale ed economiche.
- capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo
- competenze trasversali di tipo organizzativo-gestionale e di programmazione
- capacità di collaborare con i principali interlocutori (colleghi, altri professionisti e clienti pubblici e/o privati) in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro definite.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Convention Bureau e Destination Management Organizations
- Ente fiera ed enti di organizzazione eventi
- Organizzazioni turistiche (aziende di promozione territoriale, enti territoriali)
- In qualità di consulente esterno in aziende private di medie e grandi dimensioni, enti pubblici.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Coordinatore del Corso di Studio


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
E' stato creato un Advisory Board congiunto con il CdL triennale in Economia del Turismo che si riunisce due volte l'anno e che è così composto:
- Vicepresidente e direttore di Unirimini
- Direttrice del Convention Bureau di Rimini
- Presidente di Promozione Alberghiera
- Presidente del Forum strategico
- Direttore della Wellness Foundation
- Dirigente dell' ITS Marco Polo
- Funzionario della Provincia di Rimini
- Direttore della società Yalla Yalla
- Segretario generale della Camera di Commercio di Rimini
- Segretario generale della Camera di Commercio di Bologna
- Assessore con delega al turismo del Comune di Rimini
- Direttore Business Unit della Fiera di Rimini
- Presidente dell'Associazione albergatori di Rimini

L’attuale composizione dell’advisory board, è stata pensata sulla base della precedente esperienza del comitato di indirizzo della ex Facoltà di Economia di Rimini che era composto da rappresentanti dei seguenti enti: Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura di Rimini; Confindustria di Rimini; Legacoop Rimini; Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa di Rimini; SCM Group Spa; Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Rimini; Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini; Associazione Italiana Albergatori - Rimini; Confartigianato di Rimini; Confcommercio di Rimini; Agenzia Regionale Prevenzione e Ambiente, Rimini; Comune di Rimini; Uni.Rimini Spa; Provincia di Rimini.

In secondo luogo, la consultazione a livello internazionale avviene principalmente attraverso l'Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite (UNWTO), di cui l'Università di Bologna è membro affiliato dell'Educational Council e in cui il Coordinatore di TEaM è rappresentante. La UNWTO organizza periodicamente incontri sia tra le Università affiliate, per scambiarsi opinioni, progetti e visioni sui propri percorsi di studio, sia incontri tra Università e operatori internazionali del mondo del turismo. L'ultimo di questi incontri si è tenuto a Madrid tra l'11 e il 13 Settembre 2013.
Infine, il Coordinatore ha iniziato una serie di contatti bilaterali con
importanti aziende leader nei mercati internazionali (tra cui Amadeus, Fidelio Microsystems, TUI, Starwood Hotels) sia per presentare TEaM sia per avvicinare gli studenti alle imprese attraverso il rafforzamento del tirocinio (facoltativo) curriculare. A questi operatori verrà chiesto di rispondere ad un breve questionario di valutazione del programma fortmativo di TEaM.

Inoltre sono stati consultati i seguenti documenti:
- Istat, Il primo conto satellite del turismo, 2012
- Unwto, Tourism Highlights, 2013
- UNWTO, Tourism Barometer, 2013
- WTTC, Economic Impact of Travel & Tourism, 2013.
- UNWTO, TED.QUAL Report, 2013.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
Nel corso del 2013 sono state effettuate due consultazioni dell'Advisory Board in data 7 Maggio e 24 Ottobre
In data 7 Maggio l'Advisory Board si è riunito per la prima volta. In tale occasione la discussione si è concentrata sulle proposte di miglioramento dell'offerta formativa universitaria e della capacità degli studenti di rapportarsi al mondo del lavoro. In particolare i presenti hanno:
a) auspicato una più stretta collaborazione tra la didattica tradizionale e il contributo formativo degli operatori, attraverso gli interventi didattici dei professionisti esterni nei corsi di laurea (testimonianze, workshop, organizzazione di tavole rotonde);
b) auspicato un rafforzamento dei tirocini e dell'alternanza scuola-lavoro per rafforzare le "competenze laterali" degli studenti;
c) sottolineato la necessità che in uscita dall'università i laureati sappiano utilizzare la lingua inglese nelle attività lavorative quotidiane con la stessa abilità con cui userebbero l'italiano;
d) suggerito che i piani di studio prestino maggiore attenzione ad una serie di temi che stanno assumendo sempre maggiore rilevanza nel settore turistico (il web marketing, l'innovazione)
e) suggerito di curare maggiormente la selezione in entrata.

In data 24 Ottobre l'Advisory Council si è riunito dalle ore 17 alle ore 19. In tale occasione la discussione si è concentrata sulla descrizione delle figure professionali e sul progetto di tirocinio di eccellenza che è stato presentato dal Coordinatore di TEaM.
Relativamente alle figure professionali, la direttrice del Convention bureau ha suggerito che il corso di laurea inserisca fra gli sbocchi occupazionali nuovi profili professionali ritagliati sulle attuali esigenze della meeting industry: il network manager, il project developer e il market analyist. La direttrice della Business Unit di FieraRimini ha inoltre sottolineato la fondamentale importanza di una formazione che proietti i ragazzi verso i mercati internazionali e li renda capaci di lavorare in lingua inglese. Il Funzionario della provincia di Rimini e la direttrice del Convention Bureau hanno consigliato di rendere in qualche modo visibile nel piano di studi l'attenzione al tema della sostenibilità perché e quello del destination management, perché stanno diventando elementi sempre più discriminanti per competere sui mercati internazionali. Infine, il progetto dei tirocini di eccellenza è stato accolto positivamente da tutti, e le diverse realtà presenti nell'Advisory Board hanno intenzione di supportare attivamente il progetto.


DOCUMENTAZIONE
La documentazione è conservata presso la Vice-presidenza di Rimini della Scuola di Economia, Management e Statistica.

Ulteriori informazioni

Contatti e recapiti utili

Director of the Laurea Magistrale in Tourism Economics and Management:

Lorenzo Zirulia: lorenzo.zirulia@unibo.it

Programme Coordinator (Valeria Macchini)

tel. +39 0541 434 337 fax +39 0541 434 235

email: cdl.team@unibo.it

Skype: valeria.macchini

Degree programme tutor (Dina Zalaltdinova): ems.rn.tutorteam@unibo.it

Facebook: www.facebook.com/TEAMdegree

__________________________________________________________

OTHER OFFICES:


Student administration offices in charge of:
  • registration and enrolment
  • fees and payments
  • study plans
  • transfers
  • degree certificates, transcripts, duplicates
  • issue of student cards (badges)
  • access to records

campusrimini.studenti@unibo.it

Via Cattaneo, 17 (first floor), 47921 - RIMINI

Telephone +39 0541.4 34234

Fax +39 0541.4 34348

Office hours: Monday, Wednesday, Friday 9am- 11.15am Tuesday 9am - 11.15am/ 2.30pm - 3.30pm Thursday 2.30pm - 3.30pm

___________________________________________________________________ International Desk (Rimini Campus) in charge of:
  • Procedures related to visas – permits of stay
  • Immigration rules
  • Fees, scholarship and benefits
  • The Italian university system

Mrs. Elena Bersani campusrimini.internationaldesk@unibo.it

Via Cattaneo, 17 (First floor), 47921 - RIMINI

Telephone +39.0541.4 34234

Office hours: Monday, Wednesday, Friday 9 am-11.15 am Tuesday 9 am-11.15 am/2.30 pm- 3.30 pm Thursday 2.30 pm-3.30 pm

____________________________________________________________

International Relations Office (Rimini Campus) in charge of:
  • Exchange programmes (Erasmus+, Overseas)
  • Erasmus transcripts, learing agreements,..

Mrs. Susanne Zaghini: campusrimini.studenti@unibo.it

Via Cattaneo, 17 (First floor), 47921 - RIMINI

Telephone +39.0541.4 34234

Office hours: Monday, Wednesday, Friday 9 am - 11.15 am Tuesday 9 am - 11.15 am/2.30 pm - 3.30 pm Thursday 2.30 pm - 3.30 pm



Servizio Didattico

Tutor del Corso di Laurea

Segreteria amministrativa