Laurea Magistrale in Scienze statistiche, finanziarie e attuariali

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 8877
Classe di corso LM-83 - SCIENZE STATISTICHE ATTUARIALI E FINANZIARIE
Anni Attivi Tutti gli anni
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Corso a libero accesso con verifica dell'adeguatezza della personale preparazione
Sede didattica Rimini
Coordinatore del corso Luca Fanelli
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione

L'ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata al possesso di requisiti curriculari predefiniti e al superamento di una verifica dell'adeguatezza della personale preparazione.

Requisiti curriculari
Per frequentare proficuamente il corso di Laurea Magistrale in Scienze Statistiche, Finanziarie e Attuariali è necessario avere acquisito le seguenti conoscenze:
Matematica. Fondamenti di matematica generale. Algebra delle matrici. Elementi di matematica finanziaria.
Statistica. Fondamenti di statistica descrittiva. Fondamenti di calcolo delle probabilità e di inferenza statistica. Modello lineare, fondamenti di analisi delle serie storiche e di statistica multivariata.
Economia. Fondamenti di economia e di econometria.
Lingua Inglese. Conoscenza di livello B1.

Per l'accesso al corso di laurea magistrale sono richiesti i seguenti requisiti curriculari:
1. Avere conseguito la Laurea in una delle seguenti classi o possedere altro titolo di studio
conseguito all'estero, riconosciuto idoneo:
ex D.M. 270:
Classe L-41
ex. D.M. 509/99:
Classe 37

Oppure

2. Avere conseguito la Laurea in una delle seguenti classi o possedere altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo:
ex D.M. 270:
L-16 Scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione
L-18 Scienze dell'economia e della gestione aziendale
L-31 Scienze e tecnologie informatiche
L-33 Scienze economiche
L-35 Scienze matematiche
L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
L-40 Sociologia
ex. D.M. 509/99:
19 Scienze dell'amministrazione
17 Scienze dell'economia e della gestione aziendale
26 Scienze e tecnologie informatiche
28 Scienze economiche
32 Scienze matematiche
15 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
36 Scienze sociologiche
e avere acquisito i seguenti crediti minimi:
Area statistico-matematica
24 crediti complessivi nei seguenti settori scientifico disciplinari:
SECS-S/06 - Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie
MAT/02 – Algebra
MAT/03 – Geometria
MAT/05 - Analisi matematica
MAT/06 - Probabilità e statistica matematica
MAT/07 - Fisica matematica
MAT/08 - Analisi numerica
MAT/09 - Ricerca operativa
SECS-S/01 – Statistica
SECS-S/02 - Statistica per la ricerca sperimentale e tecnologica
SECS-S/03 - Statistica economica
SECS-S/05 - Statistica sociale
SECS-S/04 – Demografia
di cui almeno 16 nei seguenti settori scientifico disciplinari:
SECS-S/06 - Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie
SECS-S/01 – Statistica
SECS-S/02 - Statistica per la ricerca sperimentale e tecnologica
SECS-S/04 – Demografia
SECS-S/05 - Statistica sociale
Area economica
16 crediti complessivi nei seguenti settori scientifico disciplinari:
SECS-P/01 - Economia politica
SECS-P/02 - Politica economica
SECS-P/03 - Scienza delle finanze
SECS-P/05 – Econometria
SECS-P/06 - Economia applicata
SECS-P/07 - Economia aziendale
SECS-P/08 - Economia e gestione delle imprese
SECS-P/09 - Finanza aziendale
di cui almeno 8 nei seguenti settori scientifico disciplinari:
SECS-P/01 - Economia politica
SECS-P/02 - Politica economica
SECS-P/03 - Scienza delle finanze
SECS-P/05 – Econometria
SECS-P/06 - Economia applicata

Il Consiglio di Corso di Studio si riserva di approvare, in caso di esami appartenenti a SSD diversi da quelli riportati ma di contenuto analogo, l'equipollenza dei crediti in questo modo conseguiti.
In mancanza del possesso del titolo di laurea richiesto e / o dei crediti sopra indicati, l'ammissione al Corso di Laurea Magistrale è subordinata ad una valutazione preliminare di una Commissione che verifica il possesso delle conoscenze e competenze richieste, tramite la valutazione del curriculum e un eventuale colloquio.
La Commissione, nominata dal Consiglio di Corso di studio, fisserà un calendario per lo svolgimento dei colloqui, che verrà pubblicato sul sito web del Corso di studio.
Qualora la Commissione ritenga sufficiente il livello delle conoscenze e competenze del laureato, esprime un giudizio di idoneità, che consente l'ammissione alla prova di verifica dell'adeguatezza della personale preparazione.

Accertamento delle conoscenze e competenze linguistiche
Per l'accesso al corso di studio è previsto l'accertamento delle conoscenze e competenze nella lingua inglese di livello B1.
Possono essere esonerati gli studenti in possesso di corrispondente certificazione linguistica.
Il Corso di studio può prevedere che lo studente debba colmare un deficit iniziale qualora nella prova dimostri di possedere una competenza inferiore al livello B1.

Verifica dell'adeguatezza della personale preparazione
L'ammissione al Corso di Laurea Magistrale è subordinata, oltre che al possesso dei requisiti curriculari predeterminati, al superamento di una verifica dell'adeguatezza della personale preparazione che avverrà nella seguente modalità:
Se lo studente è in possesso delle lauree di cui al punto precedente la verifica si intende superata se la votazione di laurea è non inferiore a 95/110.
Se lo studente non è in possesso delle lauree di cui al punto precedente, ovvero essendone in possesso ha conseguito la laurea con votazione inferiore a 95/110, la verifica dell'adeguatezza della personale preparazione viene effettuata dalla stessa Commissione di cui al punto precedente sulla base della valutazione del curriculum e di eventuale altra documentazione presentata dal candidato o ritenuta utile dalla Commissione.
La Commissione, nominata dal Consiglio di Corso di studio, fisserà un calendario per lo svolgimento dei colloqui, che verrà pubblicato sul Portale di Ateneo.
Qualora la Commissione ritenga sufficiente il livello delle conoscenze e competenze del laureato, esprime un giudizio di idoneità, che consente l'iscrizione al Corso di Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Finanziarie ed Attuariali.

3. Per i laureati del previgente ordinamento quadriennale, l'ammissione al Corso di laurea magistrale è subordinata a una valutazione preliminare della Commissione di cui al punto precedente che verifica il possesso delle conoscenze e competenze richieste in base a una valutazione del curriculum e un eventuale colloquio.
La Commissione, nominata dal Consiglio di Corso di studio, fisserà un calendario per lo svolgimento dei colloqui, che verrà pubblicato sulla pagine Web del corso di studio.
Qualora la Commissione ritenga sufficiente il livello delle conoscenze e competenze del laureato, esprime un giudizio di idoneità, che consente l'iscrizione al Corso di Laurea magistrale in Scienze Statistiche, Finanziarie ed Attuariali.
Il Corso di Laurea Magistrale potrà prevedere per gli studenti internazionali un'apposita sessione e la nomina di una Commissione per la verifica dell'adeguatezza della personale preparazione, compatibilmente con le tempistiche previste dal bando per l'assegnazione delle borse di studio (la cui scadenza è prevista indicativamente nel mese di maggio).

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Statistiche, Finanziarie e Attuariali intende fornire un approfondito background quantitativo e competenze operative per affrontare le principali problematiche e l'analisi dei rischi connessi con l'esercizio di attività finanziarie, assicurative e previdenziali e per la raccolta di dati e l'analisi statistica a supporto delle decisioni in ambito aziendale, con particolare attenzione alle imprese dei settori finanziario e assicurativo.
L'obiettivo del corso di Laurea Magistrale in Scienze Statistiche, Finanziarie e Attuariali sarà formare laureati che possano operare a livelli elevati nel campo dell'analisi quantitativa dei fenomeni finanziari ed economico-sociali, nelle progettazioni tecnico-attuariali, nelle valutazioni concernenti mercati finanziari, imprese di assicurazione e fondi pensione. I laureati dovranno essere inoltre capaci di costruire modelli interpretativi dei fenomeni nelle aree applicative tipiche, individuare e valutare l'importanza delle variabili o dei fattori rilevanti e valutare i livelli di rischio connessi con le soluzioni proposte. Completa la formazione del laureato magistrale in Scienze Statistiche, Finanziarie e Attuariali la conoscenza della lingua inglese a livello B2. Possono essere previste sia l'acquisizione delle quattro abilità linguistiche (lettura, scrittura, ascolto, e dialogo) sia la frequenza vincolata delle lezioni, secondo criteri che verranno specificati in itinere dal corso di studi, in coerenza alle prescrizioni degli Organi accademici.
L’obiettivo è raggiunto attraverso una strutturazione evoluta della didattica, in grado di unire momenti di approfondimento teorico sulle nozioni di matematica, statistica e probabilità con aspetti più di tipo professionalizzante legato alla gestione dei rischi finanziari, rischio di credito e rischi assicurativi, alla figura dell’attuario ed esperto in ambito previdenziale. Inoltre, l’obiettivo di conciliare le conoscenze teoriche con la necessità di radicare maggiormente la preparazione alle esigenze del mercato del lavoro è raggiunto tramite la collaborazione con un’importante gruppo assicurativo operante nel territorio nazionale ed in contesto europeo. Grazie a queste relazioni, la docenza degli insegnamenti di Tecniche attuariali ramo danni e Tecniche attuariali ramo vita viene impartito da un gruppo di professionisti del settore assicurativo.
Infine, il percorso formativo prevede, tra le attività a scelta, un tirocinio, fortemente consigliato agli studenti, che permettere di mettere in pratica le conoscenze acquisite.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: MATEMATICO-PROBABILISTICA
Il laureato magistrale:

- possiede solide conoscenze dei concetti di base dell’analisi matematica e della matematica finanziaria.
- possiede solide conoscenze della teoria della probabilità e dei processi stocastici;
- ha il potenziale per contestualizzare le conoscenze di cui ai punti precedenti in ambito finanziario, assicurativo, previdenziale, economico e demografico-sociale.


Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate vengono apprese tramite la frequenza alle lezioni frontali, esercitazioni, studio personale guidato e autonomo.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte, stesura di elaborati e project-work.

AREA DI APPRENDIMENTO: STATISTICO-FINANZIARIA
Il laureato magistrale:

- possiede solide conoscenze riguardo ai concetti dell’inferenza statistica, della teoria delle distribuzioni e del loro utilizzo nell’analisi dei dati finanziari;
- conosce i principali aspetti che caratterizzano l'osservazione, la misura e la sintesi statistica delle grandezze finanziarie;
- possiede le competenze per definire strategie di trading basate sull'osservazione nel tempo delle grandezze finanziarie scegliendo criticamente il metodo statistico di analisi e previsione in funzione dell'informazione disponibile e del contesto operativo;
- conosce i principali strumenti statistici impiegati nella costruzione degli indici dei mercati finanziari.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate vengono apprese tramite la frequenza alle lezioni frontali, esercitazioni, studio personale guidato e autonomo.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte, stesura di elaborati e project-work.

AREA DI APPRENDIMENTO: ECONOMICO-FINANZIARIA
Il laureato magistrale:

- ha solide conoscenze delle metodologie per l'analisi quantitativa dei mercati finanziari;
- conosce le metodologie per il controllo e la gestione dei rischi finanziari e assicurativi;
- conosce i meccanismi di base del sistema previdenziale / pensionistico pubblico;
- conosce i principi di base della amministrazione di una azienda sul piano dell’organizzazione, della gestione e del controllo.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate vengono apprese tramite la frequenza alle lezioni frontali, esercitazioni, studio personale guidato e autonomo.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte, stesura di elaborati e project-work.

AREA DI APPRENDIMENTO: ATTUARIALE
Il laureato magistrale:

- conosce le metodologie per il controllo e la gestione dei rischi assicurativi;
- conosce le tecniche attuariali sia nel ramo vita che nel ramo danni;
- conosce i metodi e le applicazioni in campo previdenziale e demografico-sociale.

Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate vengono apprese tramite la frequenza alle lezioni frontali, esercitazioni, studio personale guidato e autonomo.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte, stesura di elaborati e project-work.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE:

AREA DI APPRENDIMENTO: MATEMATICO-PROBABILISTICA
Il laureato magistrale è in grado di:

- affrontare correttamente problemi di ottimizzazione in più variabili
- calcolare integrali multipli;
- comprendere i modelli classici di asset pricing;
- effettuare simulazioni ed analisi numeriche relative ai modelli di cui al punto sopra;
- trattare alcuni fra i più importanti tipi di processi fra cui le catene di Markov, i processi di Poisson, i processi di nascita e morte e il moto Browniano;
- applicare la modellistica delle catene di Markov e dei processi di Poisson in ambito finanziario e assicurativo tramite esercizi sia teorici sia numerici.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sono apprese tramite la frequenza a lezioni frontali ed esercitazioni, la discussione di casi in gruppi di lavoro e lo studio personale guidato e autonomo.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte, in itinere o finali, project-work, report.

AREA DI APPRENDIMENTO: STATISTICO-FINANZIARIA
Il laureato magistrale è in grado di:

- applicare le metodologie opportune per la stima e la verifica di ipotesi di un modello statistico adeguato alla natura dei dati;
- costruire misure sintetiche delle dinamiche finanziarie complesse, definire strategie di trading disegnando scenari evolutivi dei mercati finanziari attraverso modelli statistici per serie storiche;
-considerare la differente propensione al rischio degli investitori per valutare, anche in termini inferenziali, i risultati delle strategie di trading implementate;
- affrontare problemi di inferenza bayesiana con particolare riferimento ad applicazioni in ambito assicurativo mediante uso delle moderne tecniche Markov Chain Monte Carlo;
- utilizzare software dedicati per la stima di modelli Bayesiani e modelli "classici".


Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sono apprese tramite la frequenza a lezioni frontali ed esercitazioni, la discussione di casi in gruppi di lavoro e lo studio personale guidato e autonomo.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte, in itinere o finali, project-work, report.

AREA DI APPRENDIMENTO: ECONOMICO-FINANZIARIA
Il laureato magistrale è in grado di:

- analizzare, specificare e stimare i modelli più comunemente utilizzati per l'analisi dei mercati finanziari, utilizzando software econometrici;
- fare previsioni e strategie di trading relative all'andamento dei mercati su orizzonti temporali brevi;
- modellare il value-at-risk di un portafoglio dal punto di vista econometrico;
- comprendere, modellare e predire il verificarsi di claims, capire la loro gravità e relativo costo ed effettuare relative simulazioni econometriche;
- utilizzare le tecniche di costruzione di misure del rischio di mercato;
- definire e stimare i modelli per la quantificazione del rischio di credito;
- impiegare le tecniche di gestione e copertura del rischio di mercato e di credito;
- comprendere le principali questioni micro e macroeconomiche relative alla presenza ed agli effetti dei sistemi pensionistici;
- analizzare il mercato della previdenza privata in Italia e le sue prospettive di sviluppo;
- comprendere i fondamenti delle valutazioni aziendali ed i documenti finanziari aziendali di sintesi, e di costruire sistemi dinamici con cui interpretare le dinamiche finanziarie aziendali.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sono apprese tramite la frequenza a lezioni frontali ed esercitazioni, la discussione di casi in gruppi di lavoro e lo studio personale guidato e autonomo.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte, in itinere o finali, project-work, report.

AREA DI APPRENDIMENTO: ATTUARIALE
Il laureato magistrale è in grado di:

- modellare gli strumenti finanziari ed attuariali necessari per la gestione dei contratti assicurativi nel ramo danni;
- organizzare il calcolo del premio assicurativo (premio di tariffa);
- analizzare la dinamica della riserva matematica;
- prevedere la popolazione e i suoi sotto-aggregati tramite tecniche sintetiche e analitiche con scopi di programmazione;
- indirizzare la modellistica di cui al punto sopra alle problematiche assicurative.

Le capacità di applicare conoscenze e comprensione sono apprese tramite la frequenza a lezioni frontali ed esercitazioni, la discussione di casi in gruppi di lavoro e lo studio personale guidato e autonomo.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso prove orali e/o scritte, in itinere o finali, project-work, report.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale:

- è in grado di produrre indicatori sintetici per il monitoraggio e la valutazione delle realtà finanziarie e assicurative;
- è in grado di utilizzare fonti statistiche e di analizzare ed elaborare dati di tipo finanziario e attuariale;
- sa elaborare e redigere specifici documenti progettuali/programmatici di natura multi- disciplinare e interagire con altri interlocutori specialisti.

L'elaborazione di relazioni su progetti multidisciplinari, atti a dimostrare la capacità di analisi, gestione e interpretazione di dati con autonomia di giudizio, i progetti di gruppo e le esercitazioni offrono allo studente l'occasione per sviluppare le proprie capacità decisionali e di giudizio. La verifica dell’acquisizione di queste capacità avviene tramite esami scritti e orali e tramite la prova finale.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato magistrale:

- è in grado di comunicare in forma orale e scritta i contenuti specialistici della disciplina nei diversi contesti;
- è in grado di lavorare in gruppo e sviluppare flessibilità e autonomia nell'organizzazione del lavoro;
- sa interagire con soggetti e professionalità diverse dalla sua;
- possiede capacità relazionali e di comunicazione che gli permettono di lavorare anche in contesti internazionali;
- possiede una conoscenza della lingua inglese a livello B2.

Le abilità comunicative scritte ed orali sono sviluppate tramite la preparazione di relazioni e documenti scritti, la partecipazione in gruppi di lavoro per la realizzazione di progetti, l'esposizione orale dei medesime e la redazione e la discussione della prova finale. Per la verifica del raggiungimento di tali obiettivi sono previste prove scritte e orali. La prova di verifica di Ateneo della conoscenza della lingua inglese completa l'accertamento dell'acquisizione delle abilità comunicative.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato magistrale:

- possiede la visione necessaria per assicurare a sé stesso il costante aggiornamento della conoscenza sia metodologica che fenomenica acquisita nell'ambito del CdLM;
- possiede ottime capacità per lo sviluppo e l'approfondimento in modo autonomo di ulteriori competenze con riferimento alla consultazione di materiale bibliografico, di banche dati e altre informazioni in rete, nonché di strumenti conoscitivi per l'aggiornamento continuo delle conoscenze;
- è capace di adattarsi a nuove situazioni;
- è in grado inoltre di proseguire gli studi in dottorati di ricerca e in master di II livello.

Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso con riguardo in particolare allo studio individuale previsto, alla preparazione individuale di progetti, all'attività svolta in preparazione della tesi.
La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica durante le attività formative. Anche l'elaborato per la prova finale contribuisce al raggiungimento di questa abilità, prevedendo che lo studente si misuri e comprenda informazioni nuove.

Insegnamenti

Consulta gli insegnamenti all'interno del piano didattico Piano didattico: tutti gli insegnamenti del corso

Prova finale


La prova finale consiste nella discussione di una tesi, in lingua italiana o inglese. La stesura dell'elaborato è volta a mettere in evidenza le capacità di studio e di applicazione delle conoscenze e delle competenze acquisite dallo studente nonché la sua abilità nel divulgarle. Nella dissertazione il candidato dovrà dimostrare le proprie capacità di: esposizione (stile, organizzazione, chiarezza), documentazione (bibliografia, testimonianze), uso degli strumenti appresi nel corso degli studi (capacità di selezione, rigorosità nell'impiego, capacità di interpretarne gli output), critica (analisi e validazione dei dati bibliografici o sperimentali, ove possibile).

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Valutatore del rischio

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
La preparazione finanziaria e attuariale/assicurativa fornita dal Corso di Laurea permette al profilo che si intende formare di operare come un sostanziale risk analyst e risk manager con competenze in ambito finanziario ma anche assicurativo/attuariale.
In particolare, questa figura:
- Analizza le caratteristiche tecniche del rischio;
- Stima la probabilità di eventi dannosi;
- Quota i rischi.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico in ambito statistico probabilistico, finanziario ed economico.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Aziende bancarie
- Compagnie di assicurazione e riassicurazione
- Società di intermediazione mobiliare
- Società di gestione del risparmio e altre istituzioni operanti nel campo della previdenza, della vigilanza assicurativa e dei fondi pensione.



PROFILO PROFESSIONALE:
Specialista in attività finanziarie

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
La preparazione su contenuti di tipo finanziario forniti dal Corso di Laurea permette al profilo che si intende formare di acquisire conoscenze utili ad analizzare e interpretare informazioni e flussi di dati di tipo finanziario. In particolare, questa figura:
- Valuta il grado di rischio nel fornire crediti a persone o a organizzazioni;
- Effettua analisi finanziarie (in merito a flussi aziendali, mercati, ecc.);
- Segue progetti di sviluppo finanziario per imprese;
- Acquisisce e analizzare informazioni finanziarie;
- Gestisce il portafoglio di aziende o istituti bancari.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità di tipo specialistico al fine di analizzare, interpretare informazioni per formulare pareri, preparare indicazioni e proposte su questioni finanziarie, condurre transazioni finanziarie assicurando la conformità con le leggi e i regolamenti relativi, svolgere analisi quantitative su programmi e piani di investimento, determinare il grado di rischio nel fornire crediti a persone o a organizzazioni, valutare, autorizzare e definire le modalità di corresponsione di prestiti e le condizioni della loro garanzia e restituzione.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Aziende del settore pubblico e privato
-Aziende bancarie
- Intermediari finanziari
-Compagnie di assicurazione
- Società di intermediazione mobiliare.


PROFILO PROFESSIONALE:
Attuario

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
La preparazione attuariale fornita dal Corso di Laurea permette al profilo che si intende formare di studiare l’incertezza e il rischio, valutando la probabilità attraverso modelli matematici e statistici.
In particolare, questa figura:
- Determina l'andamento futuro di variabili demografiche ed economico-finanziarie;
- Elabora le metodologie per il calcolo dei premi assicurativi e delle riserve;
- Monitora e stima a intervalli periodici la congruità e l'andamento dei premi;
- Effettua la valutazione patrimoniale ed economica di aziende pubbliche e private;
- Quota i rischi.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono necessarie capacita di analisi, di ragionamento matematico, di collaborazione, di organizzazione e pianificazione, pazienza e precisione.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Compagnie di assicurazione e riassicurazione
- Enti pubblici previdenziali
- Pubbliche amministrazioni



PROFILO PROFESSIONALE:
Agente assicurativo

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
La preparazione attuariale/assicurativa prevista dal Corso di Laurea permette al profilo che si intende formare di diventare un esperto che gestisce e vende polizze che tutelano da imprevisti che possono danneggiare un individuo o un’azienda.
In particolare, questa figura:
- Analizza e tratta sinistri;
- Seleziona, sviluppa e gestisce il proprio portafoglio clienti;
- Sottoscrive polizze;
- Fornisce consulenze assicurative.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono necessarie buone doti comunicative richieste dall'attività di costante contatto con i clienti. Sono indispensabili
- oltre a una conoscenza tecnica di base relativa ai principali prodotti assicurativi - capacità di analisi, capacità di sintesi e di orientamento al risultato finale. Questa funzione richiede la conoscenza approfondita della legislazione in materia di rami assicurativi, nonché l'applicazione di tecniche sia di marketing che di relazione con il pubblico. Lo svolgimento delle mansioni affidate a questa figura professionale è caratterizzato da un elevato grado di autonomia e capacità persuasiva nell'acquisizione di nuovi clienti e necessita pertanto di un forte spirito di iniziativa e di buone capacità di organizzazione del proprio lavoro.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Compagnie di assicurazione e riassicurazione
- Società di intermediazione mobiliare
- Società di gestione del risparmio
- Istituzioni operanti nel campo della previdenza, della vigilanza assicurativa e dei fondi pensione, con funzioni di elevata responsabilità.


PROFILO PROFESSIONALE:
Tecnico della gestione finanziaria aziendale

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
La preparazione prevista dal Corso di Laurea permette al profilo che si intende formare di diventare una figura professionale capace di intervenire attivamente nella amministrazione di una azienda sul piano dell’organizzazione, della gestione e del controllo, con competenze polivalenti e flessibili, conoscendo le strutture organizzative e i meccanismi operativi aziendali.
In particolare, questa figura:
- Fornisce consulenze finanziarie;
- Predispone certificazioni di qualità;
- Redige e controlla il bilancio;
- Fa ricerche di mercato;
- Valuta i rischi finanziari.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste specifiche conoscenze, capacità e abilità nell’operare attivamente nella programmazione, nella gestione e nel controllo dell’attività aziendale utilizzando metodi, strumenti e tecniche contabili ed extracontabili, capacità di gestione del servizio informativo e nell’organizzazione delle risorse umane; conoscenza del settore marketing, finanziario e fiscale, e capacità di elaborare documenti contabili ufficiali ed operare in office automation.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Aziende del settore pubblico e privato
-Aziende bancarie
- Intermediari finanziari
-Compagnie di assicurazione
- Società di intermediazione mobiliare.


PROFILO PROFESSIONALE:
Consulente finanziario

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
La preparazione finanziaria prevista dal Corso di Laurea permette al profilo che si intende formare di diventare un esperto che studia i mercati finanziari e prospetta le alternative migliori, delineando vantaggi, costi e rischi di ogni alternativa. In particolare, questa figura:
- Produce studi sui mercati finanziari;
- Controlla la gestione del rischio finanziario e assicurativo;
- Costruisce e gestisce portafogli e prodotti finanziari;
- Produce indicatori finanziari.

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte è necessaria un’ottima conoscenza degli andamenti dei mercati finanziari e delle caratteristiche degli asset ivi scambiabili, unitamente a doti comunicative richieste dal costante contatto con i clienti. Sono indispensabili capacità di analisi, capacità di sintesi e di orientamento al risultato finale. Questa funzione richiede la conoscenza approfondita della legislazione in materia finanziaria ed elevate capacità nella messa a punto di schema di analisi quantitative. Lo svolgimento delle mansioni affidate a questa figura professionale è caratterizzato da un elevato grado di autonomia. forte spirito di iniziativa e buone capacità di organizzazione del proprio lavoro.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- Aziende del settore pubblico e privato
-Aziende bancarie
- Intermediari finanziari
-Compagnie di assicurazione
- Società di intermediazione mobiliare.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
Direttore del Dipartimento di Scienze Statistiche, Prof. Rosella Rettaroli; Coordinatore del Corso di Studi Prof. Luca Fanelli; Commissione AQ del Corso di Studi.

Si premette che la modifica di ordinamento della LM SSFA è stata intrapresa con l’unica ed esclusiva finalità di adeguare il sistema della parcellizzazione delle attività didattiche dei crediti al modello prevalente presso la Scuola di Economia Management e Statistica del Campus di Rimini. Non sussistevano, infatti altri elementi emersi nell’arco di vita del CdS che motivassero il cambio di ordinamento. Dal punto di vista formale questo ha richiesto una nuova consultazione con le parti sociali.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
CONSULTAZIONE DEL 2013
Per individuare i fabbisogni formativi, le funzioni e le competenze necessarie alle figure professionali formate, i possibili sbocchi occupazionali dei futuri laureati, sono state selezionate le seguenti organizzazioni rappresentative a livello nazionale e internazionale: Società Italiana di Statistica; Gruppo Unipol, Banca Carim (Cassa di risparmio di Rimini).

CONSULTAZIONE DEL 2014
Per individuare i fabbisogni formativi, le funzioni e le competenze necessarie alle figure professionali formate, i possibili sbocchi occupazionali dei futuri laureati, sono state selezionate le seguenti organizzazioni rappresentative a livello nazionale e internazionale:
- Direttore Banca d’Italia, sede di Bologna
- ISTAT, sede per l’Emilia Romagna
- Regione Emilia Romagna – servizio statistico
- Regione Emilia Romagna – servizio sanitario
- Regione Emilia Romagna – politiche sociali
- Comune di Bologna – ufficio statistica
- ARPA – Emilia Romagna
- Unindustria
- Prometeia
- UnipolSai
- Comitato Emilia Romagna dell’ordine nazionale degli attuari
- Accenture
- AUSL Bologna - Dipartimento di sanità pubblica
- IRES.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
CONSULTAZIONE DEL 2011

Il 06/10/2011, la ex-facoltà di Scienze Statistiche ha proceduto alla ri-progettazione della Laurea Magistrale denominata Sistemi Informativi Aziendali (biclasse, LM83-LM16) nell'attuale Laurea Magistrale denominata Scienze Statistiche Finanziarie e Attuariali (monoclasse, LM83). In tale occasione è stato svolto un incontro con le parti sociali coinvolte presso la ex Facoltà di Scienze Statistiche.

CONSULTAZIONE DEL 2013

Nel mese di ottobre 2013 è stato predisposto e inviato alle 3 organizzazioni di cui al riquadro precedente un questionario, che è stato restituito compilato nel mese di novembre 2013.
Il questionario è articolato in tre sezioni dedicate a: figure professionali, risultati di apprendimento attesi e orientamento e
placement attesi. Al questionario è stata allegato il piano didattico del Corso di Laurea. La consultazione ha confermato la validità del progetto formativo. Con riferimento agli aspetti considerati nel questionario è emerso un soddisfacente apprezzamento dell'impostazione della proposta formativa ed un giudizio positivo
riguardo alla coerenza degli sbocchi professionali. Al fine di incentivare l'interazione tra Università e mondo del lavoro, la consultazione è stata l'occasione per sondare la disponibilità dei soggetti consultati a partecipare a seminari e attività di tirocinio rivolti a studenti e laureandi; diverse organizzazioni si sono dichiarate interessate e disponibili a svolgere a tali attività.

CONSULTAZIONE DEL 2014

Si ribadisce in fase di premessa, che la modifica di ordinamento della LM SSFA è stata intrapresa con l’unica ed esclusiva finalità di adeguare il sistema della parcellizzazione delle attività didattiche dei crediti al modello prevalente presso la Scuola di Economia Management e Statistica del Campus di Rimini. Non sussistevano, infatti altri elementi emersi nell’arco di vita del CdS che motivassero cambiamenti nell’offerta formativa. Dal punto di vista formale questo ha richiesto una nuova consultazione con le parti sociali.

Il lavoro relativo alla condivisione del progetto di revisione dei piani di studio per l'a.a. 2014/15 con le parti sociali è stato condotto in un incontro in forma di tavola rotonda il 15/10/2014 in cui si è discusso del progetto di revisione dei piani di studio, degli obiettivi formativi del corso e delle figure professionali. Alla riunione hanno partecipato le parti sociali indicate nel riquadro precedente.

Con particolare riguardo al corso di laurea magistrale in Scienze Statistiche, Finanziarie ed Attuariali, si osserva che questo nasce nell’a.a. 2012/2013 e ha visto crescere progressivamente il numero delle immatricolazioni, prevalentemente provenienti da una classe di laurea triennale L-41 e, in minor misura, lauree in Economia aziendale e matematica. Il Corso intende fornire una preparazione approfondita e un background quantitativo per affrontare le principali problematiche e l’analisi dei rischi connessi all’esercizio di attività finanziarie, assicurative e previdenziali, e per la raccolta di dati e l’analisi statistica ed econometria a supporto delle decisioni in ambito aziendale, con particolare attenzione alle imprese dei settori finanziario ed assicurativo. L’offerta formativa coniuga l’approfondimento metodologico con momenti di applicazioni operative in ambito finanziario e attuariale. Le figure professionali che il corso si propone di formare sono: l’analista esperto di finanza e assicurazioni, l’agente assicurativo, il tecnico della gestione finanziaria aziendale, il valutatore del rischio, lo specialista in attività finanziarie, e l’attuario.

Le principali osservazioni emerse dalla discussione sono le seguenti:

- Viene sottolineata da più parti l’importanza dell’internazionalizzazione come elemento di apertura al mercato estero e l’apprezzamento per l’attenzione rivolta al tema del record linkare e alla gestione di basi di dati.

- Viene rimarcata la necessità della promozione dell’attività di tirocinio, che rappresenta un’occasione importante per intercettare le istanze del mondo del lavoro.

- Viene sottolineata l’importanza dell’analisi e la gestione del rischio.

- Viene evidenziata la rilevanza degli aspetti giuridici connessi ai meccanismi di regolamentazione dei mercati finanziari e assicurativi

- Viene sottolineata l’importanza di perfezionare le competenze utili alla progettazione e alla creazione di banche dati, e all’uso di quelle disponibili online per lo studio di fenomeni economici e sociali. Questo momento di revisione è stata un’occasione importante per dare spazio a una riflessione che già da tempo i Coordinatori dei corsi di studio avevano intrapreso su questo tema.

Riguardo agli aspetti più specificamente indirizzati alla Laurea Magistrale in Scienze Statistiche Finanziarie e Attuariali, dal confronto non risultano significative variazione rispetto a quanto emerso durante le precedenti consultazioni. Oltre a manifestare il proprio interesse e soddisfazione per i contenuti del CdS, il Comitato Emilia Romagna dell’Ordine Nazionale degli Attuari segnala che attualmente l’ordine sta cercando di verificare la compliance in ambito europeo per l’identificazione di un insieme di insegnamenti che garantiscano una professionalità adeguata in un ambito dove c’è forte richiesta e c’è richiesta di profili formativi dedicati. Il Gruppo Unipol sottolinea invece l’importanza delle abilità comunicative. Raccomanda un’attenzione privilegiata alla customer satisfaction. Conferma che la gestione del rischio rappresenta un tema di importanza sempre maggiore. Segnala inoltre che qualche sforzo andrebbe indirizzato all’approfondimento degli aspetti giuridici, poiché nel mondo assicurativo/bancario la pressione regolamentare è sempre più forte.


DOCUMENTAZIONE

CONSULTAZIONE DEL 2011
Ex Facoltà di Scienze Statistiche.

CONSULTAZIONE DEL 2013
Materiale informativo presso la Vicepresidenza di Bologna della
Scuola di Economia, Management e Statistica.
Tabella riepilogativa, Descrizione di tempi e modalità adottati per la consultazione ed attori coinvolti, Questionari inviati alle parti sociali, Piano Didattico del Corso di Studi, Verbale della consultazione e altro materiale utilizzato, Questionari compilati dalle parti sociali.

CONSULTAZIONE DEL 2014
Materiale informativo presso la Vicepresidenza di Bologna della
Scuola di Economia, Management e Statistica. Verbale integrale dell’incontro con le parti sociali. Presentazione generale
Presentazione del corso.