Laurea Magistrale in Economia e management

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2017/2018
Ordinamento D.M. 270
Codice 9203
Classe di corso LM-77 - SCIENZE ECONOMICO-AZIENDALI
Anni Attivi

I°e II° anno.

Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero chiuso
Curricula

curriculum ECONOMIA E MANAGEMENT,

curriculum (in lingua inglese) BUSINESS AND ADMINISTRATION,

curriculum (in lingua inglese) FOOD SYSTEM MANAGEMENT.

Sede didattica Forlì
Tipologia di corso Titolo multiplo
Atenei Convenzionati ICN BUSINESS SCHOOL - NANCY , NEOMA BUSINESS SCHOOL
Tipologia Corso con uno o più curricula internazionali
Coordinatore del corso Daniele Scarpi
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Italiano,Inglese

Requisiti di accesso e verifica delle conoscenze/preparazione


Per essere ammessi al corso di laurea magistrale in Economia e Management occorre essere in possesso di una laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo, il possesso di requisiti curriculari e il superamento di una verifica dell'adeguatezza della personale preparazione.

Requisiti curriculari

Sono richiesti i seguenti requisiti curriculari:
- aver acquisito la laurea in una delle seguenti classi o possedere altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo:
ex D.M. 270:
L-14 Scienze dei servizi giuridici
L-15 Scienze del turismo
L-16 Scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione
L-18 Scienze dell'economia e della gestione aziendale
L-25 Scienze e tecnologie agrarie e forestali
L-26 Scienze e tecnologia agro-alimentari
L-33 Scienze economiche
L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
L-37 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
L-41 Statistica

ovvero laurea equivalente dei previgenti ordinamenti.

oppure,

- aver acquisito complessivamente 48 CFU in discipline di area aziendale, economica, giuridica e matematico-statistica, dei quali almeno 30 CFU in SSD aziendali.
SSD aziendali: SECS-P/07 Economia aziendale, SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese, SECS-P/09 Finanza aziendale, SECS-P/10 Organizzazione aziendale, SECS-P/11 Economia degli intermediari finanziari;
SSD economici: SECS-P/01 Economia politica, SECS-P/02 Politica economica, SECS-P/03 Scienza delle finanze, SECS-P/05 Econometria, SECS-P/12 Storia economica;
SSD giuridici: IUS/01 Diritto privato, IUS/04 Diritto commerciale, IUS/05 Diritto dell'economia, IUS/07 Diritto del lavoro, IUS/09 Istituzioni di diritto pubblico, IUS/10 Diritto amministrativo, IUS/12 Diritto tributario, IUS/14 Diritto dell'unione europea;
SSD matematico-statistici: SECS-S/01 Statistica, SECS-S/03 Statistica economica, SECS-S/04 Demografia, SECS-S/06 Metodi Matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie.


Verifica dell'adeguatezza della personale preparazione
L'ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata al superamento di una verifica dell'adeguatezza della personale preparazione, con le modalità indicate nel Regolamento didattico del corso di studio.

Verrà, altresì, verificato il possesso di adeguate competenze linguistiche nella lingua inglese di livello almeno B2.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management fornisce agli studenti una formazione economico-aziendale avanzata su logiche, metodi e strumenti che manager, consulenti e imprenditori possono utilizzare in differenti contesti aziendali (con focus prioritario, ancorché non esclusivo, sulla realtà della media impresa) e coniugata ad una visione sistemica. Il corso intende fornire agli studenti una prospettiva rivolta alla realtà internazionale, per facilitare l'apertura o il rafforzamento della presenza internazionale delle imprese nelle quali lavoreranno. Il risultato è l'acquisizione delle conoscenze, nonché delle logiche, delle metodologie e degli strumenti per intraprendere una carriera manageriale in imprese industriali e commerciali, in organizzazioni pubbliche, in società di servizi e di consulenza, in centri di ricerca anche attraverso lo sviluppo di attitudini imprenditoriali riferibili all'innovazione e/o all'avvio di nuove imprese. Con riferimento a quest'ultimo punto, il Corso di Studio sviluppa competenze relative all'imprenditorialità, al business planning ed al business venturing.
Questi obiettivi sono raggiunti attraverso un percorso didattico che prevede innanzitutto una preparazione di base economico-aziendale relativa a metodi di analisi e approcci tipici della pratica manageriale, integrata da competenze di carattere giuridico e professionale nonché statistico. Il Corso di Studio offre la possibilità di approfondire tali conoscenze estendendole agli aspetti economici e gestionali e alle dinamiche che caratterizzano i sistemi alimentari e le relazioni impresa-territorio. Successivamente si approfondiscono principi e pratiche specifici delle discipline di management: pianificazione e gestione dei progetti di ricerca e sviluppo in ambito nazionale ed internazionale, gestione strategica e marketing, finanza d'impresa, accounting e controllo, assicurazione della qualità, gestione dell'innovazione e sviluppo di capacità imprenditoriali.
Carattere qualificante il livello avanzato del Corso di Studio è la particolare attenzione alla natura interdisciplinare dei problemi e all'integrazione tra le conoscenze economico-aziendali e quelle puramente economiche, matematico-statistiche e giuridiche anche in riferimento ai concetti della sostenibilità. La didattica si caratterizza per un approccio attivo e partecipativo, affiancando alle lezioni - proposte anche da docenti internazionali - la discussione di casi aziendali, esercitazioni, laboratori con supporti informatici, simulazioni di problemi decisionali a livello aziendale, testimonianze di manager e operatori di azienda.
Il piano didattico prevede nei due anni l'approfondimento e l'integrazione delle suddette discipline con particolare attenzione ai percorsi di nascita, sviluppo e internazionalizzazione delle imprese, anche attraverso la discussione di casi aziendali, l'elaborazione di business plan, la presentazione di testimonianze di manager e imprenditori. Gli studenti hanno infine l'opportunità di impegnarsi in tirocini, facoltativi, presso istituzioni e aziende in vista della futura attività professionale. Il tirocinio è una delle attività a scelta libera dello studente.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale:
- possiede conoscenze approfondite sia funzionali che di processo, finalizzate ad una comprensione integrata delle attività dell'azienda;
- possiede conoscenze interdisciplinari nelle aree del marketing e del management commerciale, della finanza aziendale, dell'economia degli intermediari finanziari e assicurativi, dell'economia industriale, dei metodi quantitativi;
- possiede conoscenze specialistiche sulle tematiche relative al funzionamento e alla gestione delle aziende private e pubbliche.
Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite tramite lezioni frontali e seminariali integrate da attività di tutorato, esercitazioni, discussioni di casi, e studio individuale, al fine di fornire un efficace processo di approfondimento.
Gli eventuali elaborati personali richiesti nell'ambito degli insegnamenti, in particolare delle attività formative di ambito aziendale, economico, e giuridico, forniscono allo studente ulteriori mezzi per ampliare le proprie conoscenze ed affinare la propria capacità di comprensione.

La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso colloquio orale, elaborato scritto, test e valutazione di lavori di gruppo.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale:
- possiede conoscenze e strumenti analitici per affrontare processi di cambiamento nella gestione delle imprese e per favorire la creazione di nuove imprese;
- possiede conoscenze applicate matematico-statistiche, economiche e giuridiche necessarie a ricoprire ruoli di responsabilità nelle imprese private e aziende pubbliche;
- possiede conoscenze e competenze applicate specifiche di tipo manageriale:
conoscenze approfondite finalizzate ad analizzare e comprendere i cambiamenti sociali ed economici che determinano l'evoluzione della domanda, della concorrenza, del sistema distributivo, in una prospettiva sia nazionale che internazionale; oppure conoscenze idonee a valutare le caratteristiche e le dinamiche economico-finanziarie delle imprese, delle banche e degli intermediari finanziari; oppure conoscenze idonee alla gestione manageriale della pubblica amministrazione; oppure le conoscenze e capacità organizzative e commerciali per l'avviamento di una nuova azienda (sia essa in fase di start-up oppure di spin-off aziendale).
Il raggiungimento delle capacità di applicare i principi e le tecniche sopraelencate avviene tramite una proposta didattica comune a tutti gli insegnamenti che prevedono l'illustrazione teorica accompagnata da esempi, applicazioni, verifiche e lavori individuali o di gruppo che sollecitino la partecipazione attiva. L'attitudine propositiva, la capacità di elaborazione autonoma e di comunicazione dei risultati del lavoro svolto sono parte integrante del processo formativo e di apprendimento. La parte di approfondimento ed elaborazione delle conoscenze demandata allo studio personale dello studente assume in questo ambito una assoluta rilevanza. È infatti tramite una congrua rielaborazione personale delle informazioni acquisite durante le ore di lezione e durante l'eventuale tirocinio che lo studente misura concretamente quale sia il livello di padronanza. Accanto allo studio personale, assumono notevole importanza anche le attività di laboratorio eseguite in gruppo e le esercitazioni svolte in aula; previste in particolare nell'ambito degli insegnamenti statistico-matematici e di altri insegnamenti a forte vocazione applicativa sia in ambito economico che aziendale inseriti nei piani di studio, oltre che in occasione della preparazione della prova finale.

Le verifiche del raggiungimento dei risultati di apprendimento avvengono principalmente attraverso esami scritti, orali, relazioni, esercitazioni, attività di problem solving e prevedono lo svolgimento di specifici compiti, in cui lo studente dimostra la padronanza nell'uso di strumenti, metodologie e una propria autonomia critica. Nel tirocinio (eventuale) la verifica avviene tramite la presentazione di una relazione sull'attività svolta da parte dello studente e del tutor aziendale.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale:
- conosce i problemi e le incertezze che caratterizzano ciascuna area di attività aziendale, le situazioni tipiche in cui devono essere affrontati e le competenze richieste alle persone che devono gestirli;
- possiede conoscenze interdisciplinari che lo rendono capace di interpretare la situazione generale dell'impresa oltre e al di sopra dei problemi specifici delle singole aree di attività aziendale;
- sa interpretare i processi di cambiamento e innovazione che caratterizzano il settore, e sa gestire ed eventualmente innovare l'assetto dei rapporti dell'impresa con l'esterno;
- conosce la specificità dei problemi economici, finanziari e di apprendimento manageriale che caratterizzano le imprese di nuova costituzione o in fase di forte cambiamento.

Queste capacità vengono sviluppate indirizzando lo studente alla soluzione pragmatica di problemi concreti mediante l'integrazione di conoscenze interdisciplinari, nel quadro di esercitazioni, seminari, preparazione di elaborati attinenti l'ambito economico e aziendale. Questa autonomia si rafforza anche durante l'eventuale attività di stage e tirocinio e mediante l'attività assegnata dal docente relatore per la preparazione della prova finale. Gli strumenti didattici privilegiati sono i progetti individuali e di gruppo e lo svolgimento di un approfondito lavoro di tesi con forti connotati di ricerca empirica, rivolta a problemi concreti e accessibili ad un'indagine autonoma ed originale. Esercitazioni, elaborati personali e dissertazione finale rafforzano autonomia di decisione, di giudizio e di critica.
L'acquisizione del livello di autonomia descritto è verificata attraverso la valutazione dell'esito di lavori, anche di gruppo, durante l'attività assegnata in preparazione della prova finale e dell'eventuale tirocinio. In alcune attività formative e nella preparazione della prova finale, viene dato spazio a forme didattiche di lavoro a progetto e seminariale in cui gli studenti sono chiamati a valutare reciprocamente in modo costruttivo il lavoro svolto. Le forme di verifica possono consistere nell'elaborazione di brevi saggi, nella realizzazione di presentazioni e nella capacità di intervenire pubblicamente in modo costruttivo.


ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Il laureato magistrale:
- comprende e utilizza in modo efficace l'inglese scritto e orale, con padronanza del vocabolario tecnico economico e aziendale, ad un livello intermedio superiore (B2);
- sa redigere con sintesi e chiarezza relazioni scritte riferibili a questioni tecniche di tutte le aree aziendali, ed è in grado di comprendere e interpretare criticamente le relazioni redatte da altri;
- sa svolgere presentazioni orali sistematiche ed efficaci, comunicando dati e proprie elaborazioni con chiarezza e trasparenza di metodi, ragionamenti e conoscenze, anche utilizzando supporti informatici e multimediali;
- sa utilizzare un linguaggio efficace per audience differenti, sia specialisti sia non specialisti.

Le capacità di comunicazione scritta e orale sono sviluppate nelle attività formative che prevedono la preparazione di relazioni scritte e la loro esposizione orale, e sono stimolate dal lavoro di gruppo previsto in molte attività formative. Le capacità di comunicazione scritta e orale in inglese sono sviluppate principalmente nello svolgimento delle attività formative in lingua inglese e relative verifiche, e anche nello studio di materiali in lingua previsto anche per le altre attività formative.
Sono previste ampie modalità di verifica del raggiungimento delle abilità comunicative, inclusi colloqui, preparazione di elaborati scritti, discussione dei progetti, anche mediante l'ausilio di strumenti multimediali. Nelle attività di esercitazione in aula gli studenti sono incoraggiati ad intervenire pubblicamente per migliorare la propria capacità di formulare in modo chiaro e comprensibile quesiti e richieste di chiarimento su argomenti specifici.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

Il laureato magistrale:
- riconosce possibilità e limiti delle conoscenze disponibili, con riferimento sia ai campi di studio specifici delle distinte aree di attività aziendale, sia ai problemi della loro integrazione nell'unitaria gestione aziendale e alla gestione dei processi decisionali in generale;
- conosce le direzioni perseguite sia dalla ricerca scientifica sia dalla pratica più sofisticata nell'avanzamento delle conoscenze disponibili, ed è in grado di valutarle in modo critico svolgendo attività di studio e approfondimento in autonomia;
- è in grado di valutare in autonomia quali metodi di indagine e strumenti di analisi siano adatti alla risoluzione di specifici problemi decisionali e quali ulteriori percorsi di formazione siano appropriati per approfondire e aggiornare le proprie conoscenze.

Allo sviluppo delle capacità di apprendimento è diretta l'enfasi delle singole attività formative sulla presentazione di problemi concreti e pluridimensionali, e sulla necessità di integrare conoscenze specialistiche in un contesto interdisciplinare per affrontarli in modo efficace. Allo sviluppo delle capacità di apprendimento concorrono le attività di studio individuale, la preparazione di progetti individuali e di gruppo, la preparazione della dissertazione e della sua presentazione finale.

La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica che richiedono la elaborazione e presentazione di dati reperiti autonomamente, la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento delle attività seminariali e di studio svolte, la piena comprensione dei principali problemi di carattere economico e aziendale. La prova finale consiste nell'elaborazione di una dissertazione scritta, sviluppata dal candidato sotto la supervisione di un docente, e della sua successiva discussione pubblica. La dissertazione dovrà dimostrare capacità critica e contenere elementi di originalità.

Attività tirocinio

Lo studente può svolgere un'attività di tirocinio scegliendo 6 cfu oppure 12 cfu fra le attività a scelta dello studente previste nel piano di studi. Il tirocinio potrà essere svolto presso un'impresa, un istituto di credito, uno studio commerciale, un ente pubblico o un'organizzazione non profit in Italia o anche all'estero. L'ente ospitante potrà essere scelto direttamente dallo studente su suggerimento dei docenti oppure individuato dall'Ufficio Tirocini e Placement del Campus di Forlì. Il tirocinio rappresenta un'importante possibilità di confronto con il mondo del lavoro. Per gli studenti lavoratori o per coloro che hanno svolto il servizio civile vi è la possibilità di richiedere l'equiparazione dell'attività al tirocinio.

Presidente della Commissione Tirocini:

Prof. Riccardo Silvi, Scuola di Economia, Management e Statistica - sedediForlì, p.le della Vittoria, 15 – 47121 Forlì, tel.0543/374629, riccardo.silvi@unibo.it

Ufficio Tirocini e Placement

Attività extra curriculari

La Scuola programma e coordina attività convegnistica, cicli di conferenze, incontri di approfondimento culturale tra docenti stranieri (e italiani) e studenti, workshop.

Mobilità internazionale

La Scuola offre ai propri studenti numerose possibilità di svolgere un periodo di formazione all'estero:

- mediante il programma Erasmus + per studio gli studenti possono trascorrere un periodo di studio all'estero, tra i 3 e i 12 mesi, presso le Università convenzionate di tutta Europa;

- il programma Erasmus + per tirocinio offre agli studenti opportunità di tirocinio presso imprese, centri di formazione e di ricerca europei, per un periodo di 3 mesi;

- il programma Overseas promuove la mobilità studentesca in ambito extra europeo e consente di trascorrere un periodo di studio presso università straniere;

- gli accordi di doppio diploma con l'ICN Business School (Nancy - Francia) e Neoma Business School (Reims - Francia) consentono agli studenti dei corsi di Laurea Magistraledi svolgere il secondo anno del proprio corso di studio presso l'università partner, conseguendo almeno 60 cfu, e acquisendo alla fine del proprio percorso sia la laurea magistrale della Scuola di appartenenza, sia il diploma dell'Università partner;

- la Scuola eroga anche borse di studio per tesi all'estero per studenti meritevoli per lo svolgimento o approfondimento della tesi;

- gli studenti e i laureati hanno inoltre la possibilità di svolgere unperiodo di tirocinio curriculare all'estero.

Referente per la mobilità studentesca internazionale:

Prof. Mauro Carboni: mauro.carboni@unibo.it

Servizio Relazioni Internazionali

Prova finale


La prova finale per il conseguimento della laurea magistrale consiste nella preparazione di una tesi, sviluppata dal candidato sotto la supervisione di un docente relatore, e della sua successiva discussione pubblica.

La dissertazione dovrà dimostrare capacità di critica e contenere elementi di originalità.

La prova finale può essere collegata ad un progetto o a un'attività di tirocinio (tirocinio per tesi).

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola dispecializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Manager nell'area organizzazione, R&D, produzione, marketing, commerciale

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Il Manager nell'area organizzazione, ricerca e sviluppo, produzione, marketing e commerciale è responsabile delle seguenti attività:
- efficientamento e controllo dei processi di trasformazione e di erogazione dei servizi
- gestione di innovazioni di carattere tecnologico organizzativo e sociale
- cura della qualità di attività e produzioni in coerenza con i concetti della sostenibilità, della gestione integrata del sistema impresa – territorio
- sviluppo commerciale e competitivo dell’impresa sui mercati nazionali ed internazionali
- gestione delle attività di marketing, dell' organizzazione delle attività aziendali.
Inoltre, come funzionario/quadro che si occupa di gestione delle organizzazioni, anche attive nel quadro dei sistemi alimentari:
- collabora alle attività di pianificazione, produzione, commercializzazione, marketing, controllo e comunicazione interna ed esterna;
- collabora alla gestione delle risorse umane;
- contribuisce all' ideazione e gestione di progetti di innovazione e di ricerca e sviluppo anche in contesti internazionali;
- pianifica e coordina gli interventi di razionalizzazione, organizzazione e gestione a supporto alle diverse funzioni aziendali.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- saper valutare l' adeguatezza degli strumenti di marketing disponibili, e utilizzarli per collocare sul mercato un prodotto/servizio;
- saper distribuire decisioni e responsabilità, fornendo direzione e coordinamento all' attività di gruppi di collaboratori;
- saper gestire problemi specifici di ogni funzione aziendale, apprezzandone le implicazioni sulle altre aree e sull' impresa nel suo complesso;
- saper valutare e costruire business plan per nuovi progetti aziendali, anche internazionali;
- comprendere la gestione di imprese nazionali ed internazionali e i meccanismi che regolano i loro principali mercati di riferimento.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Organizzazioni private e pubbliche, locali ed internazionali, che operano anche nei contesti inerenti i sistemi alimentari:
- centri di ricerca pubblici e privati nazionali ed internazionali;
- imprese industriali e di servizi nazionali ed internazionali;
- imprese commerciali;
- consorzi ed associazioni di imprese e consumatori;
- società di consulenza nazionali ed internazionali;
- agenzie di sviluppo / istituzioni finanziarie / autorità pubbliche nazionali ed internazionali.



PROFILO PROFESSIONALE:
Manager nell'area Finanza e Controllo / Analista e Consulente finanziario

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
La figura si occupa del controllo di gestione, della gestione finanziaria e degli investimenti, delle relazioni con il mercato finanziario. In particolare:
- valuta e controlla le implicazioni finanziarie delle scelte di gestione;
- si occupa della gestione dei rischi finanziari legati all'attività dell'impresa;
- offre consulenze in ambito di controllo di gestione e finanza aziendale;
- presiede alla pianificazione e al controllo di gestione delle imprese commerciali, industriali e finanziarie.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- conoscere la costruzione della contabilità generale e del bilancio d’esercizio e sapere interpretarli;
- conoscere i fabbisogni informativi del management e i modelli di analisi finanziaria della gestione, e essere in grado di valutare forma e contenuto dei report per la direzione;
- sapere analizzare il funzionamento dei mercati finanziari e utilizzare le tecniche di valutazione finanziaria delle imprese;
- possedere conoscenze e pratica perseguire l’aggiornamento dei principi contabili nazionali ed internazionali;
- sapere applicare le tecniche di controllo di gestione e di analisi dei rischi e dei costi;
- sapere applicare le principali tecniche di revisione contabile.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- imprese industriali e di servizi nazionali ed internazionali;
- banche e organi di vigilanza;
- istituzioni finanziarie nazionali ed internazionali;
- società di consulenza finanziaria e fondi di investimento;
- società di consulenza di direzione aziendale.


PROFILO PROFESSIONALE:
Consulente o imprenditore specializzato nell' avvio di nuove imprese

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
La figura è in grado di gestire l' avvio di una start up o svolgere il ruolo dell' imprenditore in un' impresa avviata, fornendo supporto all' avvio di start up o consulenza di direzione d’impresa. Nello specifico:
- cura il business plan e la ricerca di fonti di finanziamento;
- valuta e seleziona iniziative imprenditoriali, definendone i fabbisogni finanziari e le relazioni con il mercato dei capitali;
- analizza le performance economico-finanziarie e le strutture di costo delle imprese;
- gestisce le relazioni tra imprenditore ed investitori istituzionali, quali fondi di investimento e finanziatori dei progetti;
- fornisce consulenze specifiche alle iniziative imprenditoriali ad elevato contenuto d' innovazione.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
- sapere interpretare le capacità che l' ambiente competitivo richiede all' impresa, e valutare in che modo investire per svilupparle;
- sapere presiedere all' organizzazione e alla programmazione delle attività, sia al livello delle singole aree funzionali, sia al livello del sistema d'impresa;
- comprendere le diverse strutture commerciali di cui le imprese possono dotarsi per collocare sul mercato un prodotto o servizio;
- sapere individuare le implicazioni strategiche dell' innovazione, e i problemi specifici della gestione del cambiamento organizzativo.


SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
- avvio di nuove imprese e start up;
- consulenza specializzata per l’avvio di nuove imprese;
- società di investimento.


Parere delle parti sociali

Per visionare le consultazioni con le parti sociali che il Corso di Studio ha effettuato dall' a.a. di prima istituzione sino ad oggi, si rimanda alla lettura dei rispettivi quadri nelle schede complete SUA-CdS, pubblicate sul sito Universitaly ( http://www.universitaly.it/)



Contatti e recapiti utili

- Per informazioni sull'offerta formativa, sulle modalità di accesso, orari delle lezioni, calendari esami, sedute di laurea contatta la Segreteria didattica tel. 0543 374673 ems.fo.studenti@unibo.it

- Per informazioni sulle modalità di immatricolazione, tasse, sospensione, interruzione, decadenza, rinuncia, trasferimenti, passaggi,certificati, diploma supplement contatta la Segreteria studenti tel. 0543 374809 segforli@unibo.it

- Per informazioni sul tirocinio contatta l' Ufficio Tirocini e Placement - Campus Forlì, tel.0543 374135 accf.forli.tirociniplacement@unibo.it

- Per informazioni sulle opportunità all'estero e curricula internazionali 'Business and Administration' e 'Food System Management' contatta il Servizio relazioni internazionali tel. 0543 374671/27 ems.fo.international@unibo.it