07309 - DIRITTO PUBBLICO

Scheda insegnamento

  • Docente Carullo Antonio

  • Crediti formativi 9

  • SSD IUS/09

  • Modalità di erogazione In presenza (Convenzionale)

  • Lingua di insegnamento Italiano

Anno Accademico 2013/2014

Conoscenze e abilità da conseguire

L'obiettivo del corso è quello di assicurare allo studente un'appropriata conoscenza delle diverse manifestazioni del diritto con particolare riguardo all'ambito pubblicistico. In particolare al termine del corsolo studente è in grado di comprendere: - i molteplici ambiti di produzione normativa (in particolare, sovranazionale e nazionale) e le modalità di interpretazione del diritto; - il funzionamento degli organi dello stato e delle istituzioni sovranazionali, della pubblica amministrazione e delle autorità di regolazione e di garanzia, con particolare riguardo all'ambito economico-finanziario (AGCM; Consob; Banca d'Italia; etc.); - i rapporti tra Unione europea e pubblica amministrazione e il ruolo assunto degli Organi comunitari nell'ambito delle materie economico-finanziarie (Commissione Ue; sistema BCE-SEBC; etc); - i principali rapporti giuridici tra imprese e pubblica amministrazione, nonché i relativi mezzi di tutela.

Programma/Contenuti

Introduzione al corso. Diritto e ordinamento giuridico. Il Diritto pubblico. La Costituzione e le sue classificazioni. Principi fondamentali della Costituzione italiana.

La nozione di Stato. Gli elementi costitutivi dello Stato (popolo, territorio, potere sovrano). L'ordinamento internazionale. L'ordinamento dell'Unione Europea. Profili di diritto costituzionale europeo. Libertà del Trattato e tutela della concorrenza (cenni).

Forme di Stato e forme di governo. Nozione e classificazione delle forme di Stato basata sui rapporti sovranità-popolo (Stato assoluto, Stato liberale, Stato sociale e Stato costituzionale) e sovranità-territorio (Stato accentrato, decentramento statale, Stato federale). Nozione e classificazione delle forme di governo (monarchia costituzionale, governo presidenziale, governo parlamentare, governo semi-presidenziale). In particolare: la forma di governo parlamentare in Italia. Il Governo dell'economia.

Le fonti del diritto. Fonte, disposizione, norma. La Costituzione quale fonte sovraordinata. Le fonti del diritto dell'economia. La persona nella Costituzione. I diritti inviolabili dell'uomo e il rispetto dell'obbligo inderogabile di solidarietà politica, economica e sociale. Il principio di eguaglianza. Le libertà: libertà negativa e libertà positiva (cenni). I rapporti civili: le libertà e i doveri. I rapporti etico-sociali e le formazioni sociali. I rapporti economici. I rapporti politici. Le situazioni giuridiche soggettive (nozioni di base).

Leggi costituzionali e leggi di revisione costituzionale, leggi in materia costituzionale. la modifica dell'art. 81 Cost. (bilancio dello Stato). Il procedimento per la revisione costituzionale e per le leggi costituzionali. Limiti alla revisione costituzionale. La revisione costituzionale nella prassi. Le fonti di provenienza extrastatale. Le fonti comunitarie originarie e derivate. In particolare: il Tfue e i principi economici. Atti non normativi. Il primato del diritto comunitario e i vincoli comunitari. Il diritto comunitario e l'ordinamento regionale. Principi economici dell'UE e impatto sulle autonomie locali.

Le fonti primarie. Le leggi dello Stato. La riserva di legge. Il procedimento legislativo di formazione della legge formale. La fase preparatoria (iniziativa legislativa). La fase costitutiva. Le Commissioni legislative. La fase integrativa dell'efficacia. Leggi rinforzate e leggi atipiche. Gli atti con forza di legge. Forza di legge e valore di legge. Il decreto legislativo delegato. Il decreto legge. Gli altri atti con forza di legge e le fonti di autonomia. Le leggi regionali. La potestà legislativa regionale. I regolamenti parlamentari. I regolamenti degli altri organi costituzionali. Il referendum abrogativo. Applicazione delle fonti primarie al governo dell'economia.

I regolamenti come fonti secondarie del diritto. La disciplina dei regolamenti dell'esecutivo (di esecuzione, di attuazione, di integrazione, indipendenti, di organizzazione, di delegificazione). I regolamenti di attuazione delle Direttive comunitarie. Il procedimento di adozione dei regolamenti governativi. Gli atti di regolazione. I regolamenti delle Regioni e degli enti locali. La potestà norma­tiva di Province e Comuni. La potestà normativa delle Università, delle Accademie e delle Istituzioni di alta cultura. Applicazione delle fonti secondarie al governo dell'economia.

La consuetudine.

Criteri per la risoluzione delle antinomie normative. Criterio gerarchico, cronologico, della competenza e di specialità. Le lacune dell'ordinamento giuridico: l'interpretazione e l'applicazione analogica. Norme comunitarie e norme nazionali: coordinamento, prevalenza, automatico recepimento dell'ordinamento dello Stato membro.

Corpo elettorale e Sistema elettorale. Principi costituzionali in tema di voto. Il diritto di elettorato attivo e passivo. L'organizzazione del corpo elettorale. Libertà e diritto di associazione. Formule elettorali. Sistema maggioritario. Sistemi non maggioritari. Sistemi misti. Sistemi elettorali. Le funzioni deliberative del corpo elettorale. Il referendum abrogativo. Il referendum costituzionale. Procedimento. Limiti all'ammissibilità del referendum. Altri interventi deliberativi del corpo elettorale. Gli interventi del corpo elettorale nel procedimento di modifica dei territori di Regioni, Province e Comuni. Le funzioni propositive del corpo elettorale. L'iniziativa legislativa e il diritto di petizione.

Il Parlamento come sede della rappresentanza politica. Il bicameralismo. Il Parlamento in seduta comune. L'organizzazione interna del Parlamento. I principi di autonomia e continuità delle Camere. La posizione del parlamentare: la sua rappresentanza della Nazione e il divieto del mandato imperativo. Le prerogative del parlamentare. L'indennità del parlamentare. L'immunità della sede. La funzione legislativa. L'attività conoscitiva delle Camere. Le inchieste. Le leggi di amnistia e di indulto. Le funzioni inerenti la forma di governo. Le funzioni di informazione e controllo. Le inchieste politiche. La legge di approvazione del bilancio e le attività di controllo della Corte dei Conti. Le funzioni inerenti la qualifica dello Stato come soggetto internazionale e come Stato membro dell'Unione Europea. La deliberazione dello stato di guerra. La legge di autorizzazione alla ratifica dei trattati internazionali. Le funzioni inerenti l'Unione europea.

Il Governo. La Presidenza del Consiglio, il Consiglio dei ministri, i Ministeri. Gli organi non necessari. Gli organi ausiliari: il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro; il Consiglio di Stato; la Corte dei conti; l'Avvocatura dello Stato. Democrazie mediate ed immediate. Le fonti. Il rapporto di fiducia tra Parlamento e Governo. Il procedimento di formazione. La mozione di sfiducia. La responsabilità del Governo. Il rapporto tra il Governo e gli altri organi costituzionali.

Il Presidente della Repubblica nell'ordinamento costituzionale italiano. Elezione, durata del mandato e cessazione dall'ufficio. Impedimento e supplenza. Attribuzioni relative al potere legislativo. Attribuzioni relative al potere esecutivo. Attribuzioni relative al potere giudiziario. Irresponsabilità del Presidente della Repubblica e controfirma ministeriale. Classificazione degli atti presidenziali.

La funzione giurisdizionale. I principi costituzionali. La giurisdizione ordinaria. L'indipendenza e l'autonomia della magistratura. L'inamovibilità dei magistrati. La responsabilità dei magistrati (disciplinare, civile, penale). La composizione della giurisdizione ordinaria. - Il Consiglio Superiore della Magistratura e la Corte di Cassazione. La giurisdizione amministrativa. Gli organi della giurisdizione amministrativa. Le altre giurisdizioni (cenni).

La giustizia costituzionale e la Corte costituzionale italiana. Il controllo di costituzionalità nello stato contemporaneo. Sindacato accentrato e sindacato diffuso. Organizzazione e funzionamento della Corte costituzionale. Il giudizio di legittimità costituzionale. I conflitti di attribuzioni tra poteri dello Stato e tra enti. Il giudizio sulle accuse. Il giudizio di ammissibilità del referendum abrogativo. La tipologia delle decisioni della Corte costituzionale.

Le Regioni nella Costituzione italiana. Gli organi necessari delle Regioni. La forma di governo regionale. Potestà statutaria delle Regioni. Potestà legislativa regionale. Potestà regolamentare regionale. Autonomia amministrativa. Autonomia finanziaria e fiscale. Le Autonomie Locali.

La funzione amministrativa, l'amministrazione e l'attività amministrativa. I principi fondamentali dell'azione e dell'organizzazione amministrativa. Il rispetto dei principi dell'ordinamento comunitario e il principio del giusto procedimento. L'autonomia, l'autarchia e l'autotutela. Il decentramento amministrativo e il principio di sussidiarietà. L'organizzazione amministrativa. La capacità d'agire e gli organi. La competenza. Rapporti organizzativi. La soggettività pubblica. I soggetti e gli strumenti della funzione di organizzazione. Il pluralismo amministrativo. Le persone giuridiche pubbliche. Le amministrazioni statali. Le amministrazioni territoriali. Le società a capitale pubblico, gli organismi di diritto pubblico, le imprese pubbliche. Le Autorità indipendenti.

Profili di diritto pubblico dell'economia. Amministrazione e rapporti economici. L'iniziativa economica privata. La proprietà privata. Servizi pubblici essenziali, situazioni di monopolio e gestione dei servizi di interesse economico generale. La concorrenza e le regole del mercato. Il principio dell'economia di mercato aperta e in libera concorrenza e le libertà di circolazione. La privatizzazione dei settori dell'economia in mano pubblica. I mezzi dell'amministrazione. Beni pubblici. Beni demaniali e beni del patrimonio indisponibile. Beni del patrimonio disponibile. Mezzi finanziari. Il D.P.E.F. La legge finanziaria. Il bilancio e i profili di riforma. L'autonomia finanziaria degli enti territoriali e il coordinamento della finanza pubblica.

L'esercizio della funzione amministrativa. I provvedimenti, i meri atti, gli atti negoziali, i comportamenti. L'attività negoziale (in particolare: l'evidenza pubblica). Presupposti essenziali, elementi essenziali ed accidentali dei provvedimenti amministrativi. Le caratteristiche dei provvedimenti amministrativi. L'esercizio della funzione e le posizioni giuridiche (atti che ampliano la sfera giuridica dei destinatari; atti che riducono la sfera giuridica dei destinatari). Qualificazione e classificazione degli atti amministrativi. La discrezionalità amministrativa.

Il procedimento amministrativo. Principi costituzionali e generali. Il responsabile del procedimento. Le fasi del procedimento. L'iniziativa e la comunicazione di avvio. L'istruttoria. La conferenza di servizi. Gli accordi procedimentali. Partecipazione e diritto di accesso. La fase decisionale. Il silenzio della pubblica amministrazione. L'efficacia e l'esecuzione del provvedimento amministrativo. 

I vizi degli atti amministrativi. Vizi di legittimità e di merito. Cause di nullità e di annullabilità dell'atto amministrativo. Figure sintomatiche dell'eccesso di potere. Eccesso di potere e vizio di merito. I rimedi avverso l'atto invalido. L'autotutela decisoria. I rimedi contro l'atto inopportuno.

Il concetto di giustizia amministrativa. I principi generali e gli organi della giurisdizione (il giudice ordinario e il giudice amministrativo). Il ricorso alla giurisdizione ordinaria. Il giudice amministrativo: i Tribunali amministrativi regionali; il Consiglio di Stato; il Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana. Gli altri giudici speciali (Corte dei conti, Commissioni tributarie provinciali e regionali, Tribunale regionale delle acque e Tribunale Superiore delle acque). La tutela dinanzi al giudice ordinario (cenni). La tutela dinanzi al giudice amministrativo (cenni). La tutela in via amministrativa. I ricorsi amministrativi.

Il rapporto di servizio. Rapporto di fatto e rapporto di diritto. Il rapporto di pubblico impiego. La dirigenza. La contrattazione collettiva e l'A.R.A.N. La formazione del rapporto. Le modificazioni e l'estinzione del rapporto. Doveri e diritti del pubblico dipendente.

La responsabilità e i giudizi di responsabilità. Il fondamento e la natura giuridica della responsabilità. Gli elementi della responsabilità. La responsabilità civile o contabile, penale, disciplinare.

Testi/Bibliografia

ARCIDIACONO L. - CARULLO A., Istituzioni di diritto pubblico, Padova, 2011.

Modalità di verifica dell'apprendimento

Esame orale.

Durante lo svolgimento del Corso potrà essere prevista la possibilità, per gli studenti frequentanti, di sostenere prove parziali scritte.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Carullo Antonio