32476 - SVILUPPO RISORSE UMANE E LEADERSHIP

Scheda insegnamento

Anno Accademico 2017/2018

Conoscenze e abilità da conseguire

L’insegnamento ha come obiettivo quello di fornire agli studenti le competenze e le conoscenze manageriali di base relative allo sviluppo delle risorse umane ed alla gestione della leadership nel quadro delle diverse funzioni aziendali in organizzazioni di consulenza alle imprese ed esercizio dell’attività professionale. Al termine del corso lo studente è in grado di: - saper definire le distinte fasi di gestione delle risorse umane, nonché l’evoluzione ed il ruolo delle competenze; - saper definire la leadership quale aspetto strategico per lo sviluppo delle risorse umane, come una componente fondamentale nell’ambito dell’applicazione del manpower planning ed outsourcing; - sapere utilizzare supporti informatici per il manpower planning, l'outsourcing e la valutazione delle performance.

Programma/Contenuti

  1. Taylorismo e Relazioni Umane Taylorismo storico e contemporaneo. La scuola delle "relazioni umane" e i meccanismi della motivazione.
  2. Gruppi e Squadre. Le fasi dello sviluppo di un gruppo. Appartenenza al gruppo. Valori del gruppo e socializzazione. Gruppi e squadre. Giochi per il lavoro di squadra.
  3. Valutazione di Individui e Gruppi. L'intervista di lavoro. Il piano di sviluppo individuale. Il principio di Peter.
  4. Sostegno psicologico. Counseling, coaching, mentoring. Mindfulness. Teatro d'impresa.
  5. Negoziazione e Risoluzione dei Conflitti. Stili di negoziazione. Risoluzione dei conflitti. Esercizi in classe e casi di studio.
  6. Negoziazione e Leadership. La negoziazione tra organizzazioni. Leadership nella negoziazione. Negoziazione interculturale.

Testi/Bibliografia

Dispense e video disponibili su AMS Campus: https://campus.unibo.it.

Metodi didattici

Lezioni e discussioni. Esercitazioni di gruppo.

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame è scritto e si svolge in Italiano.
Gli studenti hanno a disposizione 1 ora per svolgere l'esame. L'esame si compone di 2 sezioni: 1) 5 domande aperte, ognuna delle quali viene valutata da 0 a 4 punti. Lo studente deve rispondere in maniera precisa, senza eccedere un limite massimo di parole assegnato (20-50-100 parole a risposta: la massima lunghezza ammissibile dipende dalla domanda). Qualunque cosa ecceda i limiti di lunghezza prefissati viene ignorata. Il docente si riserva di non valutare quanto venga scritto con grafia illeggibile. Il massimo punteggio complessivo è 20.
2) Una tesina dattiloscritta da preparare a casa, stampare e consegnare il giorno dell'esame, di lunghezza compresa tra 1 pagina e 3 pagine. La tesina deve riguardare una applicazione pratica di quanto insegnato e discusso in aula, liberamente scelta dallo studente. La tesina non deve né ripetere astrattamente la teoria, né riferire un'esperienza personale avulsa dal corso, ma deve piuttosto calare i concetti esposti durante le lezioni in un contesto empirico conosciuto personalmente dallo studente. La tesina è strettamente individuale, ma è possibile coordinarsi con altri studenti in modo che ognuno svolga una parte di un progetto più ampio. Alcuni esempi di tesine svolte nei precedenti anni accademici sono disponibili presso AMS Campus. Il massimo punteggio ottenibile dalla tesina è 10.
La somma dei punteggi delle due sezioni dà un voto compreso tra 0 e 30. A questo punteggio viene comunque sommato 1 punto che, nel caso il punteggio di partenza sia 30, porta alla lode.
In caso di mancato superamento o rifiuto del voto d'esame, la tesina può essere mantenuta per gli appelli successivi. Qualora il punteggio della sezione (1) sia inferiore a 10, la tesina non viene valutata e lo studente viene respinto.
Si concede agli studenti la facoltà di rifiutare i voti inferiori a 24/30.

Strumenti a supporto della didattica

Lavagna. Calcolatore con videoproiettore collegato a Internet.

Orario di ricevimento

Consulta il sito web di Guido Fioretti